London Heathrow LHR

Heathrow, due progetti per l’UK’s Future Flight Challenge

Heathrow sta sviluppando due idee per Innovate UK’s Future Flight Challenge, con l’obbiettivo di aiutare a ridurre le emissioni, tagliare i costi e rendere l’aeroporto più efficiente mentre il trasporto aereo lavora per riprendersi dagli impatti del COVID-19.

Entrambi i progetti sono allineati con i piani del del Primo Ministro, che mira a rendere il Regno Unito un paese globale

I maggiori aeroporti del Regno Unito avevano inviato una lettere al Primo Ministro Boris Johnson il 7 febbraio, dove tra i punti oggetto della discussione, quello su cui hanno puntato maggiormente l’attenzione è “l’apparente disprezzo per il fatto che la nostra industria fornirà gli strumenti per realizzare le visioni del Primo Ministro per salire di livello e creare una Gran Bretagna globale.

L’uso efficiente dello spazio aereo è vitale per creare le opportunità commerciali necessarie per rendere la Gran Bretagna globale una realtà” spiega in una note Heathrow, “I droni e il volo regionale a zero emissioni potrebbero supportare le ambizioni di salire di livello in ogni angolo del paese collegando più regioni del Regno Unito alla crescita globale, il tutto mantenendo l’impegno del settore a ricostruire “ciò che la pandemia ha distrutto, “meglio.

I due progetti di Heathrow sono:

  • Fly2Plan – Mira a capire come le nuove tecnologie come l’infrastruttura cloud e la blockchain potrebbero utilizzare i dati dell’aeroporto in modo più efficiente, creando un modello operativo decentralizzato, resiliente ed efficiente per supportare la collaborazione tra aziende. Il concetto ha il potenziale per sbloccare opportunità per i nuovi entranti, tagliare i costi e consentire in sicurezza agli operatori di droni autonomi di massimizzare il loro uso dello spazio aereo del Regno Unito.
  • Il progetto NAPKIN – Che sta per New Aviation Propulsion Knowledge and Innovation Network, si propone di sviluppare un progetto che potrebbe essere utilizzato per contribuire a rendere l’aviazione a zero emissioni di carbonio una realtà in tutto il Regno Unito. Questa idea potrebbe aumentare la connettività domestica e posizionare il Regno Unito come leader mondiale nell’aviazione sostenibile

La Future Flight Challenge, finanziata attraverso £ 125 milioni di sovvenzioni governative, ha tre obiettivi generali, salvaguardando il vantaggio del Regno Unito nella ricerca e sviluppo aerospaziale, riducendo le emissioni del trasporto aereo e creando opportunità economiche da nuove forme di mobilità aerea. 

I due progetti di Heathrow hanno superato questa fase e rientrano tra quelli che verranno finanziati, in quanto mostrano il potenziale per fornire risultati su tutti e tre i fronti.

Heathrow ha dato il via alla prima fase della ricerca per i tre ambiti, che dovrebbe terminare nei primi mesi del 2022. La fase successiva vedrà dimostrazioni dal vivo dei risultati ottenuti dallo studio dei 2 piani, sui tre ambiti del FFC.

L’aeroporto sta lavorando con diversi soggetti in diversi settori per dare vita a questa sfida tra cui Oxford University, Cranfield University, Kings College London, NATS, SITA, Rolls Royce, University of Southampton, Deloitte, UCL, London City Airport e Highlands e aeroporti delle isole.

La sfida riunisce leader affermati nel settore dell’aviazione, accademici e PMI e dell’industria tecnologica per la ricerca sull’uso dei droni, la mobilità aerea, la gestione del traffico aereo e l’innovazione delle infrastrutture.

Questa ricerca, che prende il via nello stesso anno in cui il Regno Unito ospiterà la COP26 Climate Change Conference, è solo un esempio del lavoro che Heathrow sta facendo per decarbonizzare l’aviazione, consentendo un’ulteriore crescita dei passeggeri e sostenendo gli obiettivi di sostenibilità. 

L’aeroporto è stata una delle prime aziende ad aderire alla “Carta della Terra“, un’iniziativa per i mercati sostenibili creata dal Principe di Galles. 

Heathrow è anche membro del Build Back Better Business Council, un’iniziativa lanciata da Boris Johnson per sbloccare gli investimenti, aumentare la creazione di posti di lavoro e far salire di livello l’intero Regno Unito. 

L’aeroporto di Heathrow è desideroso di guidare la rivoluzione verde dell’aviazione, diventando un hub globale per il progresso tecnologico e incoraggiando l’uso e la produzione di combustibili sostenibili per l’aviazione, un’alternativa pulita ai combustibili fossili tradizionali.

John Holland-kaye , CEO di Heathrow, ha dichiarato: “Heathrow è sempre servito da banco di prova per tecnologie verdi rivoluzionarie. Questi concetti vanno oltre che mai, con il potenziale per trasformare il ruolo che l’aviazione gioca nell’economia britannica. La Future Flight Challenge è arrivata in un momento critico per il paese e il nostro settore. Siamo orgogliosi di portare avanti queste iniziative dirompenti nell’anno in cui il Regno Unito ospita la COP26 e il nostro settore si riprende meglio, mentre lavoriamo per riprenderci dagli impatti devastanti di questa pandemia.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi