Boeing

222 B787 da ispezionare in seguito a direttiva FAA

Venerdì 19 febbraio, la Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti pubblicherà una direttiva di aeronavigabilità che richiede l’ispezione di circa 222 Boeing 787 Dreamliner.

La direttiva richiede il controllo dei pannelli di decompressione dei jet nelle barriere di sentina entro 45 giorni dalla pubblicazione dell’AD.

La direttiva richiede un’ispezione visiva delle barriere di sentina situate nei compartimenti di carico di prua e di poppa, potrebbero esserci pannelli di decompressione disinnestati o danneggiati. 

Nel caso in cui vengano riscontrate anomalie, il pannello deve essere reistallato dopo l’ispezione o sostituito se danneggiato.

Le prime segnalazioni nel 2018, la FAA ha affermato che la motivazione per cui è stata emessa la nuova direttiva è la pericolosità: “In caso di incendio del carico, una perdita significativa nell’area di sentina potrebbe comportare concentrazioni di Halon1 insufficienti per controllare adeguatamente l’incendio” , afferma la direttiva sull’aeronavigabilità.

Boeing sta lavorando a una modifica

Nella direttiva si legge che Boeing sta attualmente sviluppando una modifica per risolvere i problemi. Una volta sviluppato, approvato e disponibile, la FAA afferma che potrebbe prendere in considerazione ulteriori normative.

I pannelli di decompressione separano l’area di carico dall’area passeggeri. Possono aprirsi per agire come valvola di sfiato della pressione e consentire una maggiore quantità di flusso d’aria nela stiva babagli.

Problemi ai pannelli di sentina erano già noti nel 2016.

Boeing B787 rappresentazione grafica posizione dei pannelli di decompressione nelle barriere di sentina.

1 Halon: è un gas utilizzato per lo spegnimento degli incendi in locali chiusi come ad esempio anche locali server.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi