Adolfo Suarez Madrid-Barajas

Riconoscimento biometrico a Madrid

Iberia, Aena, Inetum e Thales stanno realizzando un progetto di ricerca e sviluppo, con l’obiettivo di trovare nuove soluzioni nel settore del trasporto aereo, tenendo conto delle nuove misure di sicurezza sanitaria Covid-19 .

Questo progetto di innovazione consente la rilevazione biometrica dei passeggeri grazie all’utilizzo di apparecchiature mobili come un semplice tablet, snellendo l’intero processo ed eliminando ogni tipo di contatto fisico , il che aumenta ulteriormente la sicurezza in tutti gli aeroporti procedure.

E’ un sistema ibrido senza gli e-gate, ma con il personale che in caso blocca i passeggeri che non sono stati riconosciuti dal sistema biometrico, da un punto di vista di riduzione dei tempi di imbarco, ha un impatto quasi nullo, ma elimina il contatto fisico e il passaggio dei documenti, per il riconoscimento del passeggero, può essere inoltre applicato facilmente ed è più economico dell’e-gate.

E’ completamemte mobile, può essere spostato da un gate ad un altro con enorme facilità e comprende un algoritmo in grado di riconoscere il passeggero anche se indossa la mascherina.

Questa iniziativa ha ricevuto il sostegno del CDTI (Centro per lo sviluppo tecnologico industriale), attraverso il programma di cooperazione R&S, contribuendo così al miglioramento del livello tecnologico e alla digitalizzazione delle aziende spagnole attraverso lo sviluppo di proposte basate sull’innovazione.

Per questo progetto di ricerca e sviluppo e in conformità con le nuove misure di sicurezza contactless, la piattaforma di riconoscimento facciale implementata presso l’aeroporto Adolfo Suárez Madrid-Barajas, che è attualmente in fase di test pilota, fungerà da banco di prova per lo sviluppo delle nuove funzionalità. Ciò significa la sua integrazione nel processo di registrazione unico attraverso un’applicazione dedicata, controlli di sicurezza e spedizione.

Con questo obiettivo è stato unificato il contributo delle aziende leader nei rispettivi settori per realizzare gli sviluppi e la validazione tecnologica necessari. Iberia, come compagnia aerea operativa, Inetum, come azienda di integratori di sistemi; Thales, in qualità di fornitore di tecnologie biometriche e processi di convalida dell’identità; e Aena, in qualità di gestore dell’aeroporto, responsabile dei sistemi di integrazione intermedia tra la compagnia aerea e il motore biometrico.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi