coronavirus UK

UK, nuove misure isolamento dal 15 dicembre

Tempo di lettura 2 minuti

I passeggeri che arriveranno nel Regno Unito a partire dal 15 dicembre potranno ridurre l’auto isolamento obbligatorio a 5 giorni.

Il segretario ai trasporti Grant Shapps ha annunciato che dal 15 dicembre 2020, i passeggeri in arrivo in Inghilterra da paesi non presenti nell’elenco dei corridoi di viaggio1 del governo, avranno la possibilità di fare un test dopo 5 giorni di auto isolamento e se negativo. potranno uscire dalla quarantena.

Secondo la nuova direttiva, i passeggeri che arrivano in Inghilterra in aereo, traghetto o treno devono prenotare il test prima di partire, compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri e dovranno comunque isolarsi per 5 giorni prima di fare un test.

Il segretario ai trasporti, Grant Shapps, ha dichiarato: “Abbiamo un piano in atto per garantire che il nostro percorso per uscire da questa pandemia sia attento ed equilibrato, permettendoci di concentrarci su ciò che possiamo fare ora per sostenere i viaggi internazionali mantenendo la sicurezza pubblica. La nostra nuova strategia di test ci consentirà di viaggiare più liberamente, vedere i nostri cari e guidare gli affari internazionali. Dando alle persone la possibilità di provare il quinto giorno, supportiamo anche il settore dei viaggi mentre continua a ricostruirsi dopo la pandemia.

Lo schema “Test to Release” viene annunciato quando il governo introduce un nuovo sostegno finanziario per gli aeroporti inglesi e gli operatori di terra.

Il governo ha preso in considerazione le prove che dimostrano che un test dopo 5 giorni di auto isolamento fornisce risultati migliori rispetto a un test all’arrivo, 5 giorni sono un tempo di incubazione sufficiente per il governo, da consentire al virus di poter eventualmente essere rilevato nel test.

Il segretario per la sanità e l’assistenza sociale, Matt Hancock, ha dichiarato: “Garantire che sia possibile viaggiare in sicurezza è stata una priorità per la Global Travel Taskforce . Questo test il quinto giorno del periodo di isolamento di 14 giorni identificherà casi positivi di coronavirus e consentirà a coloro che risultano negativi di tornare al lavoro e vedere i propri cari rispettando le restrizioni nazionali del coronavirus. Ciò sarà fatto a spese del viaggiatore per proteggere la capacità di NHS Test and Trace e garantire che qualsiasi residente nel Regno Unito che abbia sintomi sia in grado di ottenere un test.

I passeggeri potranno prenotare un test da un fornitore autorizzato dal governo del Regno Unito prima di arrivare in Inghilterra. Se scelgono di prenotare un test, dovranno indicarlo sul modulo di localizzazione dei passeggeri prima di arrivare e poi andare direttamente in isolamento a casa come al solito. Se scelgono di partecipare dopo l’arrivo, dovranno inviare nuovamente il modulo di localizzazione passeggeri.

Possono quindi eseguire un test durante o dopo il quinto giorno del periodo di isolamento a casa o presso il sito di test di un fornitore privato, al ricevimento di un risultato negativo terminerà immediatamente l’auto isolamento.

Coloro che scelgono di non sostenere un test quando arrivano da un paese non esente devono continuare a seguire gli attuali requisiti di autoisolamento (2 settimane).

La strategia di test è uno dei risultati del rapporto della Global Travel Taskforce del governo recentemente presentato al Primo Ministro, che delinea anche un percorso per riavviare il settore delle crociere.

Le raccomandazioni si basano sulla consulenza di un consorzio di rappresentanti esperti dell’industria aeronautica, marittima, ferroviaria internazionale, del turismo e dell’ospitalità per promuovere i viaggi internazionali per tutti i modi, salvaguardando la salute pubblica nel Regno Unito .

Il governo continuerà inoltre a lavorare con partner e rappresentanti internazionali nelle industrie dei trasporti per sviluppare ulteriormente le raccomandazioni del rapporto, inclusa l’esplorazione bilaterale di test pilota pre-partenza con i paesi partner.


1 elenco dei corridoi di viaggio

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi