Lufthansa

Giornata decisiva per il futuro di Lufthansa

Tempo di lettura < 1 minuto

Il governo tedesco corre ai ripari e ha convocato per oggi una riunione a cui parteciperà Heinz Hermann Thiele.

Il miliardario azionista al 15,5% di Lufthansa non appoggia il piano di salvataggio proposto dall’esecutivo di Angela Merkel, Lufthansa senza il suo voto favorevole rischia l’insolvenza.

Saranno presenti Carsten Spohr, CEO di Lufthansa e i due ministri tedeschi che hanno negoziato l’accordo: il ministro delle finanze Olaf Scholz e il ministro dell’economia Peter Altmaier.

I piani di Thiele sono diversi, a sorpresa ha aumentato le sue quote in LH, approfittando anche del crollo della quotazione del titolo diventando il maggior azionista di Lufthansa con il 15,5% delle azioni, ricoprendo così un ruolo chiave nelle decisioni importanti in Lufthansa.

Il piano deve essere approvato da oltre i due terzi degli azionisti, il supporto di Thiele ha quindi un peso considerevole e può dare forma al futuro di Lufthansa.

Thiele ha proposto la partecipazione statale indiretta attraverso la banca di sviluppo tedesca di proprietà dello stato, KfW e non si esclude anche un suo finanziamento che poi con molta probabilità si trasformerà in nuove quote del vettore.

Secondo Reuters, Spohr ha scritto una lettera ai dipendenti del gruppo dicendo che sono in corso intensi colloqui con il governo e i grandi azionisti che hanno “il chiaro obiettivo di trovare una soluzione soddisfacente per la nostra azienda e tutti i partecipanti prima di giovedì” – il 25 si terrà l’assemblea straordinaria che dovrà ratificare il piano, Spohr ha avvertito che se gli azionisti non raggiungono un accordo per accettare un piano di salvataggio, seguirà l’insolvenza.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi