British Airways

British Airways propone una soluzione per evitare i licenziamenti

Tempo di lettura 2 minuti

British Airways a dispetto di quanti avrebbero scommesso sul pugno duro, senza un dialogo per una soluzione “nel mezzo” ha proposto un aumento delle retribuzioni della Mix fleet.

Lo scopo di BA creare le condizioni per un unica flotta, un solo contratto che visti i numeri vanno a vantaggio anche di tutti i neo assunti, tutti i dipendenti con contratto Mix fleet che vedranno aumentare la loro retribuzione.

Se si pensa che un dipendente della World e Euro fleet, i più pagati arrivano a guadagnare fino a 60.0000 sterline in un anno mentre la Mix fleet partiranno da un minimo di i £ 28.000, il risparmio per BA è notevole, i contratti di BA con questa proposta rimarranno comunque i più alti nel Regno Unito.

i Cabin Manager e gli altri membri con gradi piu’ alti guadagneranno tra £ 31.000 e £ 39.000 all’anno.

In una lettera di cui ne è venuto in possesso The Sun i dirigenti di BA affermano: “Queste proposte per il personale di bordo rappresentano un miglioramento significativo della nostra proposta originale. Stiamo proponendo un aumento sia della retribuzione base che del pacchetto complessivo per gli straordinari per tutto l’equipaggio di cabina della flotta mista qualificato e neo-entrante. Rispetto ad altre compagnie aeree del Regno Unito e ruoli comparabili nel settore dei viaggi, del turismo e dell’ospitalità; questo rimane un pacchetto leader di mercato. Mentre la proposta può rappresentare una diminuzione per alcuni colleghi su Eurofleet e Worldwide rispetto a oggi; abbiamo invitato i vostri sindacati a incontrarci per discutere delle opzioni per mitigare l’impatto sugli individui. Finora, Unite ha rifiutato ogni invito a incontrarsi. Saremo online per prendere in considerazione tutte le opzioni, nonostante il rifiuto di Unite di incontrarsi “.

Ora BA ha creato le condizioni per evitare 12.000 licenziamenti andando incontro con una decisione “equa” a favore di entrambe le parti, da non dimenticare che ora sono venuti al pettine nodi che British Airways si portava dietro da anni, che ora devono essere necessariamente affrontati.

Si cerca così di evitare lo sciopero annunciato dai sindacati e far cambiare idea alla House of Commons Transport Committee del Regno Unito che aveva bollato British Airways come una “disgrazia nazionale” in riferimento al suo piano di licenziamenti.

Dura accusa a cui ha subito risposto l’Amministratore delegato di IAG Willy “British Airways è impantanata nella crisi più profonda che la compagnia abbia mai affrontato e agisce in modo perfettamente lecito, British Airways sta lottando per la sua sopravvivenza“, ha dichiarato Walsh in una lettera a Huw Merriman, a capo del House of Commons Transport Committee.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi