Alitalia

Alitalia santificata ?

Tempo di lettura 2 minuti

In India la vacca e’ un animale sacro, fa sorridere e pensare il paragone fatto da un giornale belga con Alitalia, come la “vacca sacra dell’Italia”.

In lingua hindi l’animale è definito Gaumata (Madre Vacca, “La Mamma che Nutre”) e’ visto come una madre universale che dona a tutti, e non solo ai propri vitelli, il proprio latte, Alitalia in questi anni ha solo mangiato senza restituire alcun beneficio al nostro paese oltre 14 miliardi di euro, ma ha donato molto alla politica, questo non si può certo negarlo.

i due giornalisti che hanno chiesto anche ad Andrea (Giuricin) un commento … Andrea quanto hai riso quando hanno paragonato Alitalia ad una “mucca sacra” ? … si sono posti una domanda su “quanto a lungo l’Italia può continuare a trattare una compagnia aerea come la più sacra delle mucche“ … rispondo io … ho paura vergognosamente ancora anni se l’Europa non ci ferma!

Però ora gli italiani cominciano ad essere davvero stanchi, soprattutto sapendo che alla scuola sono stati dati metà dei fondi per Alitalia e il futuro del paese si costruisce anche con la cultura, con la scuola.

Ma l’Europa osserva e non è chiaro cosa intenda fare…

Il Coronavirus la scusa giusta ? Secondo un ex manager di Alitalia si “Si potrebbe dire che il coronavirus è stato sia la cosa peggiore che la cosa migliore per Alitalia. Le perdite sono state enormi, ma ha fornito al governo una scusa per nazionalizzare”.

E guai a chi ha ancora il coraggio di dare solo la colpa alle Low cost, perché non è solo colpa di Ryanair che anche in questa occasione promette una guerra al ribasso sui prezzi, la colpa è della politica e del sistema Italia.

Giorgio Mulé, portavoce dei trasporti di Forza Italia, ha dichiarato al POLITICO che la rinazionalizzazione delle società private “fa parte del pensiero dei 5 stelle … Questo è un governo che odia il libero mercato. Non hanno mai esplorato le possibili offerte di partnership di aziende private, piuttosto le hanno trattate come un fastidio.” Un consiglio a Mule’ però devo darlo… dovreste ammettere che l’idea del cav. Silvio dei capitani coraggiosi fu una pessima idea e un evidente fallimento di un idea politica.

Anche all’interno della maggioranza non tutti sono convinti. Raffaella Paita di Italia Viva ha dichiarato che la completa mancanza di qualsiasi strategia industriale, sulla ristrutturazione, sulle rotte o sull’adesione a un gruppo di compagnie aeree, ha reso l’investimento di più risorse “incomprensibile“, in un momento in cui gli italiani soffrono …mi chiedo perché allora essendo il suo partito parte della maggioranza non se ne parli, il ministro dei trasporti continua dritto per questa strada e il partito di Renzi non si sta opponendo con proclami anche a mezzo stampa.

L’idea di Andrea Giuricin la conosciamo ed e’ la mia stessa idea, la nazionalizzazione rischia di “distruggere il viaggio aereo come lo conosciamo, riportandolo al monopolio degli anni ’80 con solo pochi ricchi che viaggiano Alitalia la possibilità di distorcere il mercato con i soldi dei contribuenti. È totalmente inaccettabile“, delle avvisaglie le stiamo avendo già oggi.

C’e’ un problema … penso che l’Europa non aiuterà l’Italia a salvarci da Alitalia dopo l’ok al salvataggio di Lufthansa, mi sbaglio ?

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi