Airbus

A che punto e’ lo sviluppo dell’Airbus A321XLR ?

Tempo di lettura 2 minuti

Lo sviluppo e l’industrializzazione del programma A321XLR proseguono, dopo il lancio al Paris Air Show lo scorso anno.

E’ in corso l’industrializzazione del programma A321XLR a lungo raggio e il design dell’aeromobile sta passando dal disegno alla realtà.

All’inizio del 2020, erano già in produzione i primi componenti per il primo aereo di prova di volo A321XLR, comprese le componenti del carrello realizzati da Safran e le prime parti per il box alare centrale di Airbus a Nantes.

A marzo 2020, Airbus ha completato la selezione dei fornitori per i nuovi componenti e sistemi principali che sono stati specificamente progettati per la variante A321XLR.

una fase della produzione delle componenti dell’Airbus A321XLR a Nantes.

Questi fornitori includono: Spirit AeroSystems (flap interno a fessura singola); Diehl Aviation (acqua potabile e sistemi di scarico dell’acqua); FACC (cupolino modificato); Premium Aerotec (struttura primaria serbatoio centrale posteriore); Collins Aerospace (sistema di alimentazione); Parker Aerospace (sistema di inertizzazione del serbatoio del carburante); Vincorion (pannelli riscaldati del pavimento); Safran (carrello di atterraggio principale e anteriore); e Triumph Group (meccanismo di blocco del carrello di atterraggio).

In previsione della fase di industrializzazione, ove pertinente, il programma applica il nuovo approccio al ciclo di vita del prodotto “progettazione digitale, produzione e servizi” (digital design, manufacturing and services DDMS) di Airbus.

il digital design, manufacturing and servicesc, onsente accurate simulazioni di fabbrica virtuale per convalidare gli investimenti e accelerare la progettazione.

Un pilastro chiave del framework DDMS è il database 3D “Digital Mock-up Unit” (DMU), che consentirà la progettazione simultanea, simulazioni di assemblaggio e visibilità 3D in tempo reale attraverso transnational co-design plateaus a Tolosa, Amburgo e Filton.

Inoltre, il programma A321XLR offre i vantaggi della visualizzazione 3D alla comunità non ingegneristica, compresi i gestori dei programmi, che ora possono lavorare in 3D grazie a questi strumenti.

Oltre ai suddetti ambienti digitali, è in corso anche l’installazione di dimostratori fisici complementari per la “convalida e verifica” (V&V) delle varie nuove strutture e apparecchiature dell’A321XLR.

Ad esempio, il programma Structures Demonstrator include il “MCA (Major Component Assembly)” che unisce le sezioni 15 e 17 della fusoliera, l’integrazione della fusoliera del nuovo serbatoio posteriore [carburante], oltre ad altri moduli e parti dettagliate.

Parallelamente, il programma Equipment Demonstrator prevede l’installazione di una prova fisica in un modello in legno a grandezza naturale di un team multifunzionale che rappresenta ogni sistema installato, con esperti di ingegneria, ingegneria di produzione, produzione, manutenzione ed ergonomia. Questo approccio minimizza gli scontri di progettazione e ottimizza l’ergonomia.

Sono già iniziati i test del comfort in cabina per le operazioni a lungo raggio, compreso l’uso di una camera di prova climatica a terra.

Ad oggi, 24 clienti hanno ordinato un totale di oltre 450 A321XLR, confermando la necessità del mercato per le capacità uniche offerte da questo aereo.

Le prove di volo dovrebbero iniziare nel 2022 e l’entrata in servizio dal 2023.

L’A321XLR fornirà alle compagnie aeree una autonomia fino a 4.700 nm e un consumo di carburante ridotto del 30% per posto rispetto agli aeromobili della precedente generazione.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi