Aviation

jet stream e record di velocità sull’atlantico

Tempo di lettura < 1 minuto

Ad ottenere il nuovo record è stato il Boeing B747 della British Airways, volo BA112 partito sabato pomeriggio dal Jfk di New York alle 18.47.

Il 747 ( G-CIVP in foto) è atterrato con un anticipo di circa 1 ora e 30 minuti, atterrando alle 4:43 a Heathrow.

L’atterraggio era inizialmente previsto alle 6:25, un Volo Virgin Atlantic operato con Airbus A350 per un minuto ha perso il primato.

Il Jet Stream ha toccato punte di 260 miglia per ora, circa 418 km orari, permettendo al velivolo di raggiungere la velocità di 825 mph ossia 1.327 km/h a un’altitudine di circa 11 mila metri.

Quasi un record per un volo Alitalia, un Boeing 777  (EI-DBM) sempre proveniente dal JFK che ha percorso la tratta fino a Roma Fiumicino in 6 ore e 38 minuti, con un anticipo sull’orario previsto di 1 ora.

Il Jet Stream ( corrente a getto ) è una condizione meteorologica particolare, non molto comune ma del tutto normale, che permettono ad un aeromobile che solitamente ha una velocità di corciera di circa 900 km/h di acquisire una spinta maggiore e superare la sogliadei 1000 km/h.

In meteorologia una corrente a getto (jet stream) è un veloce flusso d’aria canalizzato, localizzato nell’atmosfera terrestre generalmente appena sotto la tropopausa e lungo i confini tra masse d’aria con significativi gradienti termici orizzontali.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi