Turkish Airlines

Turkish Airlines, prepara una causa a Boeing

Tempo di lettura < 1 minuto

Turkish Airlines, è intenzionata a far causa a Boeing, in quanto secondo il vettore, il produttore statunitense, sta creando “incertezza” non gestendo in maniera ottimale la questione Max.

Turkish Airlines ha attualmente 24 aeromobili Boeing 737 MAX, tutti a terra, 12 di questi sono ancora a Seattle.

Boeing sospenderà da gennaio la produzione del Max e non ha diffuso alcuna data di ripresa della produzione, Boeing ha già pronti per la consegna 400 velivoli.

Turkish è in attesa di ricevere ulteriori 75 Max ed è stata costretta a tagliare del 7% la disponibilità di posti del suo network nel 2019.

La riduzione di capacità riguarda principalmente i servizi domestici turchi, ma in considerazione del fatto che il network di Turkish compreso il lungo raggio è completamente interconnesso con le tratte domestiche, il calo pesa anche sulle rotte a lungo raggio.

La compagnia ha ridotto la stima di passeggeri per il 2019 da 80 a 76 milioni e le entrate da $ 14,1 miliardi a $ 13,4 miliardi, come riportato dal Daily Sabah.

Lo ha riferito l’agenzia di stampa Reuters, secondo la quale, Turkish Airlines è intenzionato a far causa a Boeing per la richiesta di danni.

Southwest Airlines il 19 dicembre scorso, ha raggiunto un accordo confidenziale con Boeing per un risarcimento dei danni finanziari in seguito allo stop dei B737Max di Southwest, si stima che l’accantonamento per la compartecipazione agli utili sarà di $ 125 milioni.

Mentre Norwegian, secondo una nota stampa del vettore, entro la fine di quest’anno si dovrebbe definire un accordo definitivo per le compensazioni dei maggiori costi sostenuti dal vettore e le perdite.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi