easyJet

easyJet “vola” grazie anche a BA e Ryanair

easyJet ha aggiornato la previsione per l’anno fiscale che si è chiuso a fine settembre, ottimi risultati, grazie anche agli scioperi di British Airways e Ryanair.

easyJeteasyJet  ha riferito di prevedere un profitto al lordo delle imposte compreso tra £ 420 milioni e £ 430 milioni.

L’aggiornamento commerciale arriva quasi un mese dopo degli scioperi che hanno costretto British Airways a cancellare migliaia di voli e ha costretto IAG, il gruppo che controlla BA a rivedere al ribasso le sue stime per l’anno fiscale in corso.

Anche Ryanair è stata colpita da agitazione sindacali dei piloti inglesi e spagnoli, anche se non hanno avuto un grande impatto sull’operativo della compagnia.

Johan Lundgren, A.D. di easyjet, come riferisce il Financial Times, ha dichiarato:

“EasyJet ha continuato a funzionare in linea con le aspettative, nonostante le difficili condizioni del mercato”

“A seguito delle nostre iniziative di auto-aiuto e dell’aumento della domanda a causa di interruzioni di British Airways e Ryanair, prevediamo di conseguire un utile prima delle imposte per l’intero anno 2019 compreso tra £ 420 milioni e £ 430 milioni”.

EasyJet ha affermato che per la seconda metà dell’anno, il ricavo totale per posto una volta eliminato l’effetto delle fluttuazioni valutarie aumenterebbe di circa lo 0,8 per cento, grazie all’attivazione di alcune iniziative volte a migliorare le performance di easyJet e dall’aumento della domanda a causa degli scioperi.

easyJet in borsa

Nonostante i buoni risultati, un pò inaspettati, le azioni di easyJet quotata a Londra hanno subito un calo di circa il 5%, secondo gli analisti il calo è dovuto alla mancanza di dettagli sui piani di easyJet per il 2020.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi