easyJet Airbus A319 OE-LKM easyJet

easyJet, nessun problema c’è un pilota a bordo

Tempo di lettura 2 minuti

Le vacanze sono sacre e se manca un pilota, impossibilitato ad arrivare in tempo per la partenza del volo, e in quel volo c’è un pilota easyJet pronto per partire in vacanza con la sua famiglia disponibile a pilotarlo, nessun problema… si decolla!

E’ successo proprio questo, in un volo easyJet in partenza da Manchester per Alicante lunedi scorso, Michael Bradley pilota di easyJet in ferie si è reso disponibile a pilotare l’aereo evitando il ritardo di qualche ora della partenza del volo, in attesa del pilota previsto nell’operativo del suo, volo.

easyJet ha rispettato tutte le procedure per garantire la sicurezza dei passeggeri e diminuire drasticamente i disagi per i passeggeri in partenza nelle prime ore del mattino dall’aeroporto di Manchester, un pilota della compagnia, in possesso quindi di regolare licenza ed autorizzazione al volo, in uno stato di riposo, può essere autorizzato dal vettore a volare e quindi operare un volo passeggeri.

In effetti, le norme internazionali regolano solo la parte relativa all’idoneità al volo, e altri argomenti come ad esempio le ore massime consecutive che un pilota può rimanere in servizio.

La restante parte della gestione del personale, turni, crew ecc… spetta ai regolamenti interni e al HR della singola compagnia, così come l’autorizzazione a volare in cabina nel jumpseat ovvero il terzo posto (A320, A319 e A321 di easyJet ad esempio) in cabina, durante un volo di linea con pilota e co-pilota.

In questo caso specifico tutto è stato ancora più semplice, perchè il pilota è dipendente di easyJet e quindi si è trattato di una semplice modifica al piano di volo e all’equipaggio per una questione assicurativa e operativa.

Il pilota Michael Bradley in attesa nel terminal di Manchester, saputo del ritardo e della motivo, ha contattato la sede di easyJet per richiedere l’autorizzazione e con ironia:

“Ho chiamato all’EasyJet e ho detto ‘Buongiorno.

Sono nel terminal senza fare nulla. Ho la mia licenza di pilota.

Ho preso il mio passaporto e mi piacerebbe tantissimo andare in vacanza e se avete bisogno di un favore, sono pronto per partire’”.

Simpatica, come si vede dal video postato su twitter da un passeggero, la presentazione del pilota e la reazione dei passeggeri, che hanno accolto felici la bella notizia:

Un ottima reazione degli uffici competenti di easyJet e della sala di controllo di Luton, che hanno dimostrato ancora una volta le competenze e la professionalità dei easyJet anche in casi come questo.

Un portavoce di easyJet ha rilasciato una dichiarazione a ITV News,

“Siamo grati a uno dei nostri piloti che stava viaggiando in vacanza da Manchester ad Alicante il 2 settembre con la sua famiglia e si è offerto volontario per operare il volo. Ciò significava che i clienti potevano arrivare a destinazione e dimostra l’impegno e la dedizione del nostro equipaggio.

Ciò è pienamente in linea con le normative in quanto aveva la sua licenza e il suo documento d’identità con lui.

La sicurezza è sempre la nostra massima priorità. “

Chissà cosa ne pensa  Peter Bellew nuovo Chief Operating Officer di easyJet e i miei amici della base di Venezia VCE.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi