M9

M9 Anatomia di una Repubblica

Tempo di lettura < 1 minuto

Capire il 900, la politica della Prima Repubblica, nel racconto dal vivo di protagonisti storici e giornalisti: i partiti di massa, le tessere, la militanza, i comizi di piazza.

Si lega alla sesta sezione della mostra permanente del Museo M9 dedicata a Stato, istituzioni e politica la nuova serie di conferenze proposte nel mese di maggio nell’Auditorium M9.

Concepito come occasione per riflettere su che cosa abbia significato fare politica nel Novecento, il ciclo “Anatomia di una Repubblica” prova a raccontare l’esperienza della militanza e le diverse culture politiche nazionali facendo dialogare i protagonisti della politica italiana del secolo scorso con alcuni dei più noti studiosi delle dinamiche e delle evoluzioni partitiche della nostra Repubblica.

lunedì 6 maggio alle ore 17: “Galassia DC”

Il ciclo prende il via lunedì 6 maggio alle ore 17, quando Marco Follini dialogherà sul tema “Galassia DC” con il professor Paolo Pombeni, storico, politologo ed editorialista. A moderare l’incontro è Alessandro Zuin, giornalista del Corriere del Veneto.

venerdì 17 maggio alle ore 17: “La lunga eclissi, la crisi della sinistra”

Nel secondo appuntamento, venerdì 17 maggio alle ore 17Achille Occhetto Silvio Pons, docente di storia contemporanea alla Normale di Pisa e presidente della “Fondazione Istituto Gramsci” di Roma, rifletteranno sul tema de “La lunga eclissi, la crisi della sinistra”, moderati dal giornalista Ario Gervasutti.

martedì 23 maggio alle ore 17: “La parabola socialista”

Il terzo incontro, martedì 23 maggio alle ore 17, vedrà Claudio Signorile Marco Gervasoni, docente di Storia contemporanea all’Università del Molise e di Storia comparata dei sistemi politici all’Università Luiss di Roma, analizzerà “La parabola socialista”. A moderare l’incontro il giornalista Francesco Jori.

 

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi