easyJet

easyJet: nuova campagna reclutamento piloti

  • 2 settimane fa
  • 5minuti

easyJet, come molte altre compagnie in Europa, è alla ricerca di candidati da avviare alla carriera di piloti o che hanno già l’abilitazione.

Con la nuova campagna lanciata nel Regno Unito con un test attitudinale, vuole incoraggiare i britannici a scoprire se hanno le carte in regola per diventare piloti, dopo che una ricerca ha rivelato che la metà dei britannici non sa quali qualifiche sono necessarie per diventare un pilota di linea.

Il test online valuta alcune delle competenze chiave necessarie per diventare un pilota di linea ed è stato progettato per incoraggiare più persone a prendere in considerazione questa carriera.

easyJet offre alle persone l’opportunità di testare la propria attitudine ad alcune delle abilità chiave necessarie per essere un pilota di linea, come il senso dell’orientamento e la velocità di reazione, per farlo, non è necessaria alcuna conoscenza pregressa dell’aviazione o esperienza di volo.

Sarah Ackerley, pilota di easyJet, personaggio vivente su un cartellone pubblicitario interattivo a Londra, in occasione del lancio di una nuova campagna di reclutamento da parte della compagnia aerea, i “cartelloni parlanti“, sfidando le persone a sostenere un nuovo test attitudinale di volo. foto: David Parry/PA Wire

Per lanciare la campagna, easyJet sta anche “pilotando” un cartellone pubblicitario parlante, con un pilota easyJet in carne e ossa legato a un cartellone pubblicitario nel centro di Londra, in vista dell’apertura del programma di formazione per piloti 2024 nelle prossime settimane. Il programma di formazione dei piloti della compagnia aerea porta aspiranti piloti con poca o nessuna esperienza di volo a operare un jet passeggeri commerciale in circa due anni con il suo corso di formazione intensivo e leader del settore.

La campagna interattiva mira a sfatare i miti e le idee sbagliate prevalenti sul lavoro, dopo che una ricerca di easyJet ha rilevato che il 57% degli intervistati ritiene che sia necessaria una laurea per diventare pilota e l’80% pensa che la visione 20/20 sia una necessità, quando in realtà non è necessaria nessuna delle due per candidarsi.

Il test si rivolge specialmente ad un pubblico femminile, nel tentativo di incoraggiare più donne a provare il test e prendere in considerazione il lavoro da pilota.

La nuova campagna fa parte della continua spinta di easyJet per incoraggiare più donne a intraprendere la professione, poiché più della metà (59%) degli adulti britannici intervistati crede ancora che ci siano idee sbagliate sul fatto che un pilota sia un lavoro per un uomo. Una nuova ricerca della compagnia aerea ha anche rivelato che il doppio degli uomini (32%) ha preso in considerazione l’idea di diventare un pilota rispetto alle donne (15%).

L’annuncio interattivo è stato lanciato dopo che un recente sondaggio condotto su 2.000 genitori britannici e i loro figli della compagnia aerea ha dimostrato che i modelli di ruolo visibili svolgono un ruolo fondamentale nelle ambizioni lavorative delle persone, in particolare per i giovani.

Alla domanda sul perché credessero che il ruolo di pilota fosse un ruolo per uomini, la ragione principale addotta dai bambini era che non avevano mai visto un pilota donna (41%) e di quelle ragazze intervistate, quasi la metà del 47% ha detto di credere che un pilota sia un lavoro per un uomo.

Sarah Ackerley, pilota di easyJet, personaggio vivente su un cartellone pubblicitario interattivo a Londra, in occasione del lancio di una nuova campagna di reclutamento da parte della compagnia aerea, i “cartelloni parlanti“, sfidando le persone a sostenere un nuovo test attitudinale di volo. foto: David Parry/PA Wire

Sarah Ackerley, Capitano di easyJet, ha dichiarato: “Affrontare gli stereotipi di genere all’interno dell’aviazione è stata una missione di lunga data per easyJet e sono entusiasta di far parte di quest’ultima campagna che sta consentendo alle persone di avere una visione reale di quali competenze sono davvero importanti per svolgere questo lavoro e incoraggiare più donne nella professione. È una carriera immensamente gratificante che sono orgoglioso di sostenere e spero che più persone che sosterranno il nostro nuovo test interattivo, possano sfidare se stesse per scoprire un talento che non sapevano di avere e spero di vederli volare con noi in futuro”.

La nuova campagna si basa sul lavoro in corso da parte di easyJet per ispirare la prossima generazione di aviatori e incoraggiare più donne nella carriera. easyJet ha affrontato questa sfida del settore per diversi anni attraverso iniziative che includono campagne di reclutamento, il suo programma di visite alle scuole dei piloti e la Summer Flight School.

Di conseguenza, oggi il 7,5% dei piloti di easyJet nel Regno Unito sono donne, rispetto alla media del settore britannico del 6,5% con circa 300 donne, tra cui 99 capitani, che ora volano per la compagnia aerea, che continuerà i suoi sforzi per vedere questi numeri crescere ulteriormente.

Per candidarsi al programma di formazione per piloti di easyJet, gli aspiranti piloti devono avere almeno 18 anni al momento dell’addestramento e avere un minimo di 5 General Certificate of Secondary Education (GCSE) di grado C o superiore (o equivalente), inclusi matematica, scienze e lingua inglese – non sono richieste qualifiche o lauree superiori.

Per ulteriori informazioni sull’essere un pilota di linea con easyJet, visita becomeapilot.easyJet.com e per registrare il tuo interesse per il programma di formazione per piloti di easyJet, visita CAE & easyJet – Sei un futuro pilota di linea? | CAE