Amsterdam Schiphol AMS

Amsterdam: ripristinata capacità nel 2024, attenzione ore di punta

  • 2 mesi fa
  • 2minuti

Superata la “ridicola” proposta del governo olandese, appoggiata dal gestore aeroportuale, di ridurre il numero massimo di movimenti annuali ad AMS, il prossimo anno viene ripristinata quell pre-covid, ma sarà necessario ridurre il numero di voli nelle ore di punta, soprattutto durante la S24.

E’ stato assunto nuovo personale, Royal Schiphol Group ha lavorato per ripristinare le condizione affinché lo scalo aeroportuale di Amsterdam Schiphol fosse in grado fi gestire senza interruzioni il numero di passeggeri pre-covid, ma avverte che ci potrebbero essere problemi, se non si riduce la pressione nelle ore di punta, il coordinatore degli slot si è quindi attivato in tal senso.

Nel 2024 Schiphol potrà gestire in un anno 483.000 voli, solo nella stagione estiva: 293.000 voli , a condizione che le ore di punta siano alleggerite. 

Schiphol ha avuto diversi colloqui con le compagnie aeree. Le ultime settimane hanno dimostrato che è necessaria una riduzione limitata nelle ore di punta per consentire operazioni sicure e stabili. Le compagnie aeree hanno accettato di aiutare in questo. 

I 293.000 voli per la stagione estiva 2024 superano i 280.000 voli precedentemente annunciati da Schiphol. Tale numero è stato ricavato dal totale annuo di 460.000 voli, come stabilito nello schema sperimentale. Nell’anno solare 2023 Schiphol prevede un totale di circa 433.000 voli. 

Su richiesta del ministro, abbiamo esaminato le possibilità operative una volta ritirato il progetto sperimentale. Ora sono possibili più voli, ma ciò è sicuro e responsabile solo a condizione di ridurre la pressione in determinate ore di punta. Gli orari di punta richiedono un grande sforzo da parte dell’intero settore dell’aviazione e dei partner governativi coinvolti. Per offrire ai viaggiatori un viaggio piacevole e sicuro, abbiamo davvero bisogno l’uno dell’altro in aeroporto. Ne abbiamo discusso molto nelle ultime settimane e tutti ne sono consapevoli. È bello vedere che le compagnie aeree si sono impegnate a contribuire a ridurre i picchi di traffico. ha detto Patricia Vitalis, Director Operations at Royal Schiphol Group

Il coordinatore indipendente delle bande orarie discuterà ora con le compagnie aeree come ridurre il numero di voli nelle ore di punta. Ciò avverrà preferibilmente su base volontaria, altrimenti mediante obbligo da parte del coordinatore delle bande orarie. Il rispetto di questi accordi è fondamentale, nell’interesse di un viaggio sicuro e piacevole per tutti a Schiphol.