Aviazione USA

USA: vettori preparati per evitare caos “ice” del 2022

  • 2 mesi fa
  • 2minuti

Lo scorso anno un eccezionale ondata di freddo, ha “congelato” interi stati degli Stati Uniti, il natale più gelido degli ultimi decenni, con tempeste di neve, ghiaccio e temperature ben al di sotto dello zero.

In una sola giornata Southwest cancellò 2.886 voli il 26 dicembre 2022, ovvero il 70% dei voli programmati, dopo aver cancellato il 48%il giorno precedente, il giorno successivo invece, ben il 60%, “cancellazioni inaccettabili” fece sapere l’Usdot, Southwest la più coinvolta, quest’anno le compagnie aeree americane, dichiarano di essere preparate per evitare il caos di improvvise ondate di gelo.

Lo scorso anno in effetti non lo erano e Southwest, la più colpita, si scuso con i passeggeri, ammettendo i suoi errori.

Airlines for America (A4A) prevede che i vettori trasporteranno più di 39 milioni di passeggeri durante le vacanze, ovvero circa 2,8 milioni di passeggeri al giorno, in crescita del 16% rispetto al 2022.

Le compagnie aeree e gli aeroporti degli Stati Uniti e del Canada hanno assunto lavoratori e in alcuni casi aggiornato le attrezzature per evitare la congestione dello scorso anno. “Le compagnie aeree passeggeri statunitensi hanno la più grande forza lavoro degli ultimi due decenni“, ha affermato A4A.

Il tempo fortunatamente non sembra preoccupare, Tuttavia, United Airlines, che prevede di avere la stagione di viaggi per le vacanze di fine anno più trafficata di sempre, con circa 9 milioni di passeggeri, attualmente non si aspetta che il tempo causi interruzioni operative,