Rolls-Royce

Assemblato il primo motore elettrico aeronautico Rolls-Royce

  • 2 mesi fa
  • 3minuti

Il primo motore dimostrativo per il mercato degli aerei regionali di piccole dimensioni (9-19 posti), è stato assemblato e montato sul banco di prova a Trondheim, in Norvegia.

Il motore ha una potenza di 320 kW, appositamente progettato per contenere il più possibile peso e dimensioni, garantendo i più elevati standard di sicurezza richiesti nel settore.

Il suo sistema di raffreddamento ad aria aiuta a ridurre il peso del sistema e la complessità del progetto, mentre la sua architettura lo rende più sicuro e più resistente ai guasti.

Gli aeromobili regionali ibridi-elettrici ed elettrici sono aeromobili innovativi da 9 a 19 passeggeri con capacità di decollo e atterraggio su piste corte.

Si prevede che entreranno in servizio su voli commerciali in questo decennio.

Il motore è stato posizionato sul banco di prova per i test a terra

Il team ha completato l’assemblaggio del primo modello di questo progetto di motore, lo ha montato su un banco di prova e ha condotto con successo il suo primo test passivo. Con questo test passivo, possono dimostrare la funzionalità meccanica ed elettrica di base del motore, dando la sicurezza di passare alle fasi successive del test a Monaco di Baviera, in Germania.

Nelle settimane successive, il motore sarà sottoposto a ulteriori test rigorosi per aiutarci a convalidare le ipotesi di progettazione e migliorare il progetto per ulteriori iterazioni.

Un team globale in cinque sedi ha lavorato a stretto contatto per realizzare questo successo. Mentre l’assemblaggio e il collaudo si sono svolti a Trondheim, in Norvegia, il team che ha progettato il motore e ne ha pianificato l’assemblaggio e il collaudo è distribuito anche in Germania e Ungheria.

Per consentire la produzione di queste tecnologie, che non sono ancora prodotte come materie prime in tutto il settore, al team è stato richiesto di progettare da soli alcune delle attrezzature e degli utensili di assemblaggio, costruendo allo stesso tempo le basi per una produzione scalabile.

Per l’isolamento del motore sono stati inoltre progettati e utilizzati macchinari speciali, che offrono preziose capacità interne per la futura produzione di macchine elettriche ad alta sicurezza.

Raccolta dei dati durante i test motori

Avere il controllo su ogni fase del percorso del dimostratore, dalla progettazione alla prima centrifuga, significa avere piena trasparenza sui parametri e sulle condizioni che possono influenzare la macchina durante la produzione e la messa in servizio.

Questo permette di trarre conclusioni molto accurate dalle osservazioni durante i test e di fare previsioni migliori per la durata del motore e le sue iterazioni future.

Il team di Trondheim è stato in grado di sfruttare l’esperienza maturata con la produzione e il collaudo del generatore da 2 MW precedentemente sviluppato per il progetto E-Fan X, nonché con la vasta esperienza maturata con le macchine elettriche per applicazioni marine. Il team sta anche incorporando quanto appreso da precedenti progetti di macchine elettriche, come un generatore da 500 kW progettato per il progetto M250H, un motore elettrico da 400 kW progettato per un concetto Do228hep e un ulteriore concetto di motore elettrico da 2 MW sviluppato per gli aerei regionali.

Sigurd Øvrebø, Managing Director di Rolls-Royce Electrical Norway, ha commentato: “Voglio ringraziare il team per aver raggiunto questo traguardo. È un buon esempio di quel team internazionale che sfrutta quel tipo di punti di forza e capacità che abbiamo in Rolls-Royce, utilizzando anche questo tipo di capacità di produzione locale che abbiamo qui in Norvegia per riunirci e consegnare in tempo e qualità su questo dimostratore”.

Lo sviluppo del motore è in parte finanziato dal Ministero Federale Tedesco per gli Affari Economici e l’Azione per il Clima.

Fonte: Rolls-Royce