Boeing

Boeing: nuovi licenziamenti e ancora un ritardo

  • 7 mesi fa
  • 2minuti

Boeing si appresta ad effettuare nuovi tagli sul personale, con l’obbiettivo ancora una volta di spostare risorse nella produzione, nel frattempo l’aumento di produzione per il B737, slitta di 3 mesi, se ne riparlerà nel 2025.

Boeing prevede di raggiungere il suo obiettivo pre-pandemia di quasi 58 aeromobili al mese nell’ottobre 2025, con un ritardo di tre mesi, rispetto a quanto era stato precedentemente annunciato.

Tagli di personale nelle divisioni Boeing Global Services e Boeing Commercial Airplanes.

Nel frattempo il nuovo COO di Boeing Stephanie Pope, continua il piano di tagli, in particolare nelle divisioni Boeing Global Services e Boeing Commercial Airplanes, secondo quando appreso da fonti di Reuters

Iniziano però a preoccupare gli analisti, le conseguenze che questi tagli potrebbero avere nel lungo termine in Boeing, nelle sue capacità di affrontare le sfide future del settore.

Ancora Ritardi per l’aumento di produzione per il B737

Secondo fonti Reuters, Boeing avrebbe comunicato ai suoi fornitori, che i piani per aumentare la produzione del B737 slitteranno di circa 2 mesi, ora Boeing prevede di aumentare la produzione a 42 a febbraio 2024, mentre conferma che arriverà a 58 nell’ottobre 2025, 3 mesi dopo rispetto all’ultimo cronoprogramma che indicava il raggiungimento del tasso di produzione pre-covid a luglio 2025.

Un ritardo che potrebbe ancora una volta, ritardare anche la consegna di nuovi aerei.