Amsterdam Schiphol AMS

Ridotti gli slot S24 a Schiphol, JetBlue li perde

  • 7 mesi fa
  • 3minuti

Il coordinatore degli slot di Amsterdam Schiphol ha ridotto del 10% rispetto al 2019 gli slot ad AMD per la Summer 2024, KLM delusa, a JetBlue nessuno slot e denuncia Paesi Bassi e Unione Europea  al Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti.

Il Dipartimento ha accettato la denuncia di JetBlue che chiede contromisure in USA, la decisione del governo olandese avrà l’effetto di ridurre i voli a Schiphol, uno dei principali hub del trasporto aereo europeo, a 452.500 all’anno, quasi il 10% in meno rispetto ai livelli del 2019 e inferiore a una precedente proposta di 460.000. 

Le misure di riduzione della capacità intraprese a (Schiphol) violazione dell’accordo USA-UE sul trasporto aereo.

Le denunce presentate ed approvate dal Dipartimento dei trasporti sono in realtà due, una JetBlue e una da Airlines for America (A4A), associazione di cui fanno parte le maggiori compagnie aeree statunitensi ed ha affermato che le compagnie aeree USA perderanno 339 slot di atterraggio ad AMS.

“Il Dipartimento ritiene che… le misure di riduzione della capacità intraprese a (Schiphol) costituiscono attività ingiustificabili e irragionevoli… e sono in violazione dell’accordo USA-UE sul trasporto aereo“, si legge nella lettera firmata dal sottosegretario Carol Petsonk.

Ora le compagnie aeree olandesi che volano in USA dovranno presentare la loro programmazione estiva al Dipartimento, che valuterà dopo un colloqui il 13 novembre con le controparti europee e olandesi se applicare contromisure analoghe.

JetBlue a Schiphol

JetBlue ha iniziato le operazioni ad Amsterdam Schiphol il 30 agosto 2023 da New York JFK, con l’Airbus A321neo LR, nel volo inaugurale anche il CEO di JetBlue Robin Hayes, ad accoglierlo il CEO del Royal Schiphol Group Ruud Sondag.

JetBlue ha poi iniziato ad operare anche su Bosto dal 21 settembre 2023, entrambe le destinazioni con frequenza giornaliera.

KLM ed altri vettori contrari, ma il governo olandese non intende tornare sui suoi passi

Tutti i vettori sono contrari alla decisione del governo olandese di limitare il numero di voli su AMS, per ridurre impatto acustico e di emissioni.

Una decisione che non prende in considerazione le innovazioni del settore sia in campo di aeromobili che di ottimizzazione delle rotte.

Bisogna ammettere però che i vettori potranno in gran parte riuscire a compensare la riduzione della capacità per il taglio degli slot, con aeromobili più capienti.

Non potrà farlo JetBlue che non avrà slot, sarò complicato farlo per le compagnie che operano nel lungo raggio, qui potrebbe giocare un ruolo importante, l’Airbus A380, che ancora una volta è utile per operare un numero inferiori di voli, ma Air France, che poteva passarli a KLM ha commesso l’errore di farli uscire dalla flotta, ma forse qualcosa p ancora possibile, dato che non tutti sono stati demoliti.

Per il corto e medio raggio, l’utilizzo dell’A321neo, rispetto al 320, al 319 o al 220, compensa il taglio.