Aeroporto di Amburgo HAM

L’aeroporto di Amburgo riaprirà a breve

  • 1 mese fa
  • 3minuti
  • 476caratteri

Arrestato il 35 enne che nella serata di ieri abbattendo una barriera del portale nord, era entrato con la sua auto nell’aeroporto di Amburgo, il bambino e’ illeso.

Le operazioni di volo riprenderanno “il più rapidamente possibile, con riserva del rilascio finale della polizia. Le strade di accesso e i terminali sono attualmente ancora chiusi” fanno sapere dall’aeroporto.

In un comunicato stampa la Polizia di Amburgo ha chiarito cosa è accaduto: Sabato sera un uomo (35 anni, cittadino turco) ha sfondato l’ingresso dell’aeroporto di Amburgo a bordo di un veicolo ed è entrato nel piazzale. L’uomo aveva precedentemente rapito la figlia di lei di quattro anni dall’appartamento della madre di lei a Stade ed era fuggito con lei verso Amburgo, quindi la polizia ha dovuto ipotizzare una situazione con ostaggi.

Secondo gli accertamenti attuali, l’uomo ha sfondato una barriera nella zona del cancello nord dell’aeroporto di Amburgo con la sua auto. Ha poi proseguito sul grembiule. Testimoni hanno riferito alle prime forze di polizia arrivate che l’uomo aveva anche sparato un colpo. Si dice inoltre che abbia fatto esplodere due ordigni incendiari accanto alla sua auto, che sono stati immediatamente spenti dai vigili del fuoco dell’aeroporto.

L’Audi si trova nell’area del Terminal 1 nella posizione di parcheggio 02A, in quel punto uno degli aerei di linea era pronto per la partenza ed era occupato dai passeggeri.

I passeggeri dell’aereo sono stati evacuati dai servizi di emergenza arrivati e portati al terminal adiacente senza ulteriori incidenti. Successivamente, tutti i passeggeri che si trovavano sugli aerei pronti per la partenza, nei terminal di partenza o negli edifici principali sono stati evacuati dai locali dell’aeroporto senza alcun incidente particolare. Non c’è mai stato pericolo per i passeggeri. Inoltre, in breve tempo, diverse centinaia di posti letto sono stati messi a disposizione dei passeggeri in attesa in un albergo vicino.

Dopo lunghe trattative: “il sospettato è sceso dalla sua Audi domenica pomeriggio presto con la figlia in braccio, ha consegnato la ragazza alle forze speciali presenti ed è stato poi arrestato temporaneamente alle 14:25 senza resistenza.

Secondo lo stato attuale delle indagini, l’indagato di Stade si è trovato in una situazione psicologica eccezionale a causa di controversie sull’affidamento con la sua ex moglie. Ciò è stato preceduto da una discussione in cui l’uomo ha spinto da parte la madre del bambino ed è subito fuggito con la bambina di quattro anni in macchina verso Amburgo. La madre del bambino 39enne ha poi sporto denuncia penale alla polizia di Stade (Bassa Sassonia) con l’accusa di sottrazione di minore. Già nel marzo 2022 il sospettato era stato indagato a Stade per sospetto di rapimento di minori. A quel tempo si era recato in Turchia con la figlia senza autorizzazione. Tuttavia, il bambino è stato successivamente riportato in Germania dalla madre. La Polizia Statale fornirà ulteriori informazioni in merito a tale procedura. […]”