Lufthansa

Lufthansa Group Q3 FY23

  • 8 mesi fa
  • 9minuti

I ricavi totali del Gruppo nel Q3 sono aumentati dell’8% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 10,3 miliardi di euro (anno precedente: 9,5 miliardi di EUR).

Ciò ha reso il terzo trimestre, il trimestre più forte della storia di Lufthansa Group in termini di ricavi.

Lufthansa Group ha generato un risultato operativo (Adjusted EBIT) di 1,5 miliardi di euro nel terzo trimestre, il secondo miglior risultato trimestrale della sua storia e un 31 percento in miglioramento rispetto all’EBIT rettificato di 1,1 miliardi di euro dello stesso periodo dell’anno precedente. Il margine EBIT rettificato per il terzo trimestre è stato pari a 14,3 percento (anno precedente: 11,8 percento). L’utile netto del periodo è aumentato notevolmente a 1,2 miliardi di euro (anno precedente: 809 milioni di euro).

Carsten Spohr, Presidente del Consiglio di Amministrazione e CEO di Deutsche Lufthansa AG, ha dichiarato: “Vorremmo ringraziare i nostri clienti e i dipendenti del Gruppo Lufthansa per un’estate da record: con i ricavi e i profitti più alti mai raggiunti in un’estate, incluso un utile operativo di 1,5 miliardi di euro nel solo terzo trimestre. Tutte le compagnie aeree del nostro Gruppo e Lufthansa Technik hanno contribuito a questo con margini di profitto a due cifre. Allo stesso tempo, la soddisfazione dei dipendenti nella nostra azienda è migliorata in modo significativo rispetto al livello record pre-crisi. Sta dando i suoi frutti il fatto di aver combinato la nostra strategia di successo multi-compagnia e multi-hub con il rafforzamento del segmento dei viaggi privati, definendo la giusta rotta strategica. Abbiamo anche apportato miglioramenti significativi nella stabilità operativa e nella regolarità nonostante le continue condizioni difficili. Questa tendenza è la base per soddisfare i nostri standard premium e di qualità e quelli dei nostri clienti in modo ancora più efficace anche in futuro. Anche se la situazione geopolitica rimane difficile, le nostre prospettive di prenotazione ci danno motivo di essere positivi, non solo per un ottimo risultato del Gruppo quest’anno, ma anche oltre”.

Le compagnie aeree passeggeri aumentano sostanzialmente i risultati

Tutte le compagnie aeree passeggeri del Gruppo Lufthansa hanno aumentato sostanzialmente i loro risultati del terzo trimestre anno su anno. L’EBIT rettificato combinato per il periodo è stato pari a 1,4 miliardi di euro, pari a 91 percento miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (anno precedente: 709 milioni di euro).

L’aumento è principalmente attribuibile a una combinazione di forte domanda, maggiore capacità offerta e rendimenti elevati in corso. A 25 anni percento Al di sopra del livello del terzo trimestre del 2019, i rendimenti hanno raggiunto un nuovo massimo storico. La domanda di viaggi leisure è rimasta forte anche nel terzo trimestre, in particolare nel segmento premium.

Nonostante l’aumento dei costi dovuto all’inflazione, in particolare nei settori delle commissioni, del personale e della manutenzione, i costi unitari nel terzo trimestre sono stati inferiori dello 0,9% rispetto al livello dell’anno precedente.

Si tratta di un miglioramento significativo rispetto al secondo trimestre di quest’anno, supportato da una rigorosa gestione dei costi in concomitanza con l’espansione del programma di volo. Per i primi nove mesi, i costi unitari sono stati superiori del 2,4% rispetto all’anno precedente.

La capacità totale del terzo trimestre delle compagnie aeree passeggeri del Gruppo è aumentata del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari all’88% del livello pre-crisi del 2019. Oltre l’86% di tutti i posti offerti sono stati venduti. Di conseguenza, il load factor del periodo è rimasto sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente.

Nel terzo trimestre del 2023 un numero significativamente maggiore di clienti ha scelto di viaggiare a bordo di una delle compagnie aeree del Gruppo Lufthansa rispetto all’anno precedente. In totale, le compagnie aeree del Gruppo hanno accolto oltre 38 milioni di viaggiatori nel periodo luglio-settembre (anno precedente: 33 milioni).

La domanda è stata forte in tutte le regioni di traffico e Lufthansa Group ha registrato un’ulteriore internazionalizzazione della sua base clienti. In quest’anno oltre il 70% di tutti gli ospiti ha iniziato il proprio viaggio fuori dalla Germania.

Guadagni record per Lufthansa Technik; Continua la normalizzazione del business cargo

Il mercato globale del trasporto aereo di merci ha continuato a normalizzarsi nel terzo trimestre. I ricavi del trasporto aereo di merci sono stati influenzati dal difficile contesto macroeconomico. Lufthansa Cargo ha raggiunto un EBIT rettificato di 1 milione di euro (anno precedente: 331 milioni di euro) in un terzo trimestre stagionalmente debole. Le tariffe di carico sono rimaste ben al di sopra dei livelli pre-crisi, su un livello simile rispetto al periodo del secondo trimestre. Per il quarto trimestre si prevede un leggero aumento dei volumi trasportati rispetto all’anno precedente.

Lufthansa Technik ha continuato a beneficiare dell’elevata domanda di viaggi aerei e del conseguente aumento della domanda tra le compagnie aeree di tutto il mondo per i servizi di manutenzione, riparazione e revisione (MRO) nel terzo trimestre. Lufthansa Technik ha raggiunto un EBIT rettificato di 168 milioni di euro per il terzo trimestre (anno precedente: 188 milioni di euro). Il risultato dell’anno precedente aveva beneficiato di un tasso di cambio più favorevole per il dollaro USA. Per i primi nove mesi dell’anno, l’attività MRO ha così raggiunto un nuovo risultato record.

Ulteriore rafforzamento del bilancio

Lufthansa Group ha generato un flusso di cassa libero operativo di 1,2 miliardi di euro nel terzo trimestre del 2023.

Dopo aver dedotto le spese nette in conto capitale, principalmente per nuovi aeromobili a basso consumo di carburante, il free cash flow rettificato per il periodo è stato pari a 592 milioni di euro. Il buon risultato operativo e gli effetti dei miglioramenti strutturali nella gestione del capitale circolante sono stati fattori chiave dell’andamento positivo.

Nei primi nove mesi dell’anno il Gruppo ha ulteriormente rafforzato il proprio bilancio. L’indebitamento netto è stato significativamente inferiore rispetto a fine 2022 a 5,4 miliardi di euro (31 dicembre 2022: 6,9 miliardi di euro) grazie al flusso di cassa libero positivo. Le passività pensionistiche nette sono diminuite a 1,9 miliardi di euro (31 dicembre 2022: 2,0 miliardi di euro). La liquidità disponibile alla fine del trimestre ammontava a 11,1 miliardi di EUR (31 dicembre 2022: 10,4 miliardi di EUR).

Fitch, che ieri ha emesso il suo primo rating di credito per Lufthansa Group, è la prima delle tre agenzie di rating leader a livello globale a valutare l’investment grade di Lufthansa Group a seguito della pandemia di COVID. Ciò onora le misure di successo adottate per ridurre il debito e rafforzare in modo sostenibile il bilancio.

Ulteriori progressi nella trasformazione in un gruppo di compagnie aeree ancora più globale

Nel terzo trimestre, Lufthansa Group ha compiuto ulteriori progressi nella sua trasformazione in un globale gruppo di compagnie aeree. Il 31 ottobre 2023 è stata perfezionata la vendita del Gruppo LSG alla società di private equity Aurelius, annunciata ad aprile. La revisione della vendita di una quota di minoranza in Lufthansa Technik dovrebbe essere completata entro la fine dell’anno. Il Gruppo Lufthansa sta anche cercando l’approvazione della Commissione Europea per l’acquisizione concordata di un 41 percento partecipazione in ITA Airways entro l’inizio del 2024.

Remco Steenbergen, Chief Financial Officer di Deutsche Lufthansa AG, afferma: “È un grande successo per Lufthansa Group essere stati in grado di raggiungere il secondo miglior risultato trimestrale della storia nel terzo trimestre. Nonostante l’elevata inflazione, siamo stati in grado di ridurre i nostri costi unitari. Tuttavia, dobbiamo migliorare ulteriormente la nostra affidabilità operativa e quindi anche la nostra produttività ed efficienza, che sono ancora al di sotto dei livelli pre-crisi. Lavoreremo intensamente su questo aspetto nei prossimi mesi e nel prossimo anno. Siamo quindi fiduciosi nelle nostre prospettive”.

Tariffe Intercontinental Green

L’azienda mira a raggiungere un bilancio di CO₂ neutrale (“zero emissioni nette di carbonio”) entro il 2050. Ed entro il 2030, Lufthansa Group cerca di dimezzare le sue emissioni nette di CO₂ rispetto al livello del 2019 attraverso una combinazione di misure di riduzione e compensazione. Il Gruppo offre ai propri clienti sempre più offerte per viaggi più sostenibili.

Lufthansa Group lancerà un nuovo test Green Fares su rotte intercontinentali selezionate entro la fine di novembre. Le tariffe per l’Europa e il Nord Africa, introdotte a febbraio, sono state prenotate da oltre mezzo milione di passeggeri. Le Green Fares prevedono la compensazione delle emissioni di CO₂ legate ai voli con Sustainable Aviation Fuel (SAF) e progetti di protezione del clima di alta qualità.

Prospettiva

Lufthansa Group prevede che la domanda di viaggi aerei rimarrà forte nei prossimi mesi. L’ottima domanda estiva si è estesa fino a ottobre e la domanda di viaggi aerei durante il periodo natalizio è forte.

La domanda di voli a corto e lungo raggio rimane elevata, soprattutto tra i viaggiatori di piacere. In questo contesto, continua la tendenza verso un maggior numero di prenotazioni in classi premium, ovvero Business Class o First Class.

Si prevede che Lufthansa Group aumenterà la sua capacità nel quarto trimestre a circa 91 percento rispetto al livello del 2019. Le prenotazioni per il quarto trimestre sono attualmente in crescita a doppia cifra in termini percentuali rispetto all’anno precedente, anche se i viaggi privati rappresentano stagionalmente una quota di traffico inferiore rispetto ai mesi estivi. Oltre l’80% dei passeggeri che la compagnia prevede di portare a bordo dei suoi aeromobili nel quarto trimestre ha già prenotato il volo o ha già volato con le compagnie aeree del Gruppo nel mese di ottobre.

Lufthansa Group prevede di ottenere un risultato operativo positivo anche nel quarto trimestre del 2023. Lufthansa Cargo e Lufthansa Technik dovrebbero entrambi contribuire a questo. Nonostante l’aumento dei costi del carburante nelle ultime settimane, il Gruppo conferma la precedente aspettativa di generare un EBIT rettificato per il 2023 di oltre 2,6 miliardi di euro.

Per il 2024, l’azienda continua a prevedere un aumento della capacità a circa il 95% dei livelli pre-crisi. L’obiettivo è che il margine EBIT rettificato raggiunga almeno l’8%. Secondo gli attuali programmi di consegna, circa 30 nuovi aeromobili entreranno a far parte della flotta del Gruppo nel corso dell’anno. Un migliore accesso alle capacità MRO rispetto al resto del settore attraverso Lufthansa Technik e il successo nel reclutamento di nuovi dipendenti per le operazioni di volo forniscono alla compagnia buoni presupposti per una crescita redditizia e superiore alla media del settore.

Si prevede che i miglioramenti dell’efficienza supporteranno una riduzione dei costi unitari, a condizione che la stabilità operativa a livello di sistema continui a migliorare, in particolare nel mercato domestico del Gruppo, la Germania. Ciononostante, la Società è consapevole dei rischi geopolitici e macroeconomici e manterrà la massima flessibilità per adeguare i propri piani se necessario.