ATR

Transport Canada certifica il motore Pratt & Whitney PW127XT-L

  • 8 mesi fa
  • 2minuti

Per ATR significa il raggiungimento di un traguardo chiave per il programma STOL con la certificazione del motore PW127XT-L da parte di Transport Canada

Il motore Pratt & Whitney PW127XT-L offre prestazioni migliorate per soddisfare i requisiti della futura versione a decollo e atterraggio corto di ATR, con l’ATR 42-600S.

L’ATR 42-600S ridurrà le distanze di decollo e atterraggio, fino a soli 800 metri in condizioni di volo standard.

Sarà in grado di accedere a 1.000 aeroporti in tutto il mondo con piste corte, fornendo alle popolazioni locali un accesso maggiore, più rapido, più comodo e a basse emissioni all’economia globale, all’assistenza sanitaria, all’istruzione e alla cultura, creando al contempo nuove opportunità di business per le compagnie aeree.

Edward Hoskin, Vice President, Engineering di Pratt & Whitney Canada, ha dichiarato: “Il PW127XT-L segna la 200esima certificazione di tipo di motore ottenuta da Pratt & Whitney Canada e offre costi di manutenzione inferiori del 20%, tempi di miglioramento del 40% sull’ala, efficienza del carburante e riduzione del 3% delle emissioni di CO2, che caratterizzano la serie di motori PW127XT”.

Questa certificazione è una pietra miliare significativa per il programma ATR 42-600S, poiché le modifiche ai motori fanno parte dei principali cambiamenti tecnici che stiamo apportando al velivolo, oltre al timone e all’avionica, con un’enorme influenza sulle prestazioni di decollo“, ha dichiarato Daniel Cuchet, SVP Engineering di ATR. “La PW127XT-L offre la stessa turbomacchina della PW127XT-M esistente e il controllo elettronico del motore è stato adattato per offrire una migliore versatilità e maggiori prestazioni. Questo grande risultato arriva come ricompensa dopo molti mesi di duro lavoro e costante collaborazione tra i team ATR e Pratt & Whitney Canada”.

La convalida della modifica del motore da parte dell’EASA è prevista entro la fine dell’anno.

L’integrazione del motore modificato con gli altri sistemi aeronautici diventerà l’obiettivo principale di ATR in futuro, con l’obiettivo di entrare in servizio nel 2025.

ATR ha già ricevuto oltre 20 impegni per l’ATR 42-600S e vede un grande potenziale per questa variante di velivolo in diverse regioni del globo, tra cui l’Europa, con Portogallo, Grecia, Islanda, Italia e Norvegia come aree chiave di interesse.