easyJet Holidays

easyJet Holidays, dopo la Svizzera: Francia e Germania

  • 9 mesi fa
  • 2minuti

easyJet Holidays, con una struttura snella e costi inferiori rispetto ad altri tour operator, sta crescendo nel Regno Unito, il risultato dell’ottimo lavoro del CEO Garry Wilson.

Purtroppo però easyJet UK non sembra allineata al suo tour operator, che potrà riscontrare difficoltà nel conquistare la fiducia dei britannici per i ritardi e le cancellazioni, in un intervista a Reuters Garry Wilson, assunto nel 2018 dal CEO di easyJet Johan Lundgren, suo ex capo in TUI, non fa alcun accenno al problema, ma in un mercato come quello del Regno Unito, è impossibile negare che lo sia.

La domanda di viaggi è in evidente ripresa dopo la pandemia, easyJet holidays è destinata ad aumentare i profitti del gruppo di oltre 100 milioni di sterline ($ 129 milioni) quest’anno finanziario, che secondo Wilson era solo l’inizio.

C’è ancora un’enorme quantità di crescita che possiamo ancora avere”, ha detto in un intervista, osservando che la compagnia aerea ha 93 milioni di posti all’anno e i clienti con vacanze e voli rappresentano solo il 4% di questi.

EasyJet holidays serve solo i clienti del Regno Unito, in concorrenza con Jet2, TUI e altri per vendere pacchetti vacanze in spiaggia e città nel Mediterraneo, ma verrà lanciato nelle prossime settimane in Svizzera, un mercato che Wilson ha definito “un gateway”.”Francia e Germania seguiranno probabilmente abbastanza rapidamente“, ha detto.

La forza della divisione vacanze, ha affermato Wilson, è che oltre ad attirare nuovi clienti, vende di più a quelli esistenti. Coloro che di solito prenotano un volo e organizzano il proprio hotel stanno scoprendo di poter ottenere un affare migliore acquistando il lotto da easyJet.