Lufthansa

Lufthansa Group, aumentano utili, passeggeri e prenotazioni

  • 10 mesi fa
  • 7minuti

Lufthansa Group riporta forti prenotazioni nel primo trimestre del 2023 e si aspetta un altro boom di viaggi questa estate.

I ricavi del Gruppo sono aumentati del 40% a 7,0 miliardi di euro, Il numero di passeggeri è aumentato significativamente a 22 milioni, confermato l’outlook per l’intero anno, il risultato del Q2 dovrebbe superare il Q2 del FY19.

Carsten Spohr, CEO di Deutsche Lufthansa AG, ha dichiarato: “Il Gruppo Lufthansa è tornato in pista. Dopo un buon primo trimestre in cui siamo stati in grado di migliorare significativamente il nostro risultato, ora ci aspettiamo un boom dei viaggi in estate e un nuovo record nei nostri ricavi da traffico per l’intero anno. Sulle rotte orientate al tempo libero a corto e medio raggio, la domanda sta già superando i livelli del 2019. L’obiettivo ora è quello di offrire ancora una volta ai nostri ospiti un’esperienza di prodotto premium coerente su tutte le compagnie aeree del gruppo. I nostri ospiti stanno già beneficiando di numerosi miglioramenti del prodotto, sia a terra che a bordo. Il Gruppo Lufthansa è ben posizionato per rafforzare ulteriormente la sua posizione tra i primi cinque gruppi di compagnie aeree nella competizione globale”.

Risultato primo trimestre 2023

Il Gruppo Lufthansa ha migliorato significativamente il suo risultato nel primo trimestre del 2023 rispetto all’anno precedente.

Ciò è dovuto alla continua elevata domanda di biglietti aerei, soprattutto nel segmento dei viaggi privati. La domanda repressa a seguito della pandemia di Covid-19rimane elevata, come dimostra chiaramente l’elevato afflusso di prenotazioni per i mesi estivi nel primo trimestre dell’anno.

Il risultato del Gruppo dei primi tre mesi è ancora negativo. Ciò è dovuto principalmente alla normale stagionalità. Quest’anno, la stagionalità è addirittura esacerbata dalla ripresa più rapida nel segmento dei viaggi privati rispetto al segmento dei viaggi d’affari. Anche i costi per l’espansione pianificata delle operazioni di volo in estate, gli investimenti nella stabilità operativa e gli effetti dei vari scioperi negli aeroporti tedeschi (in cui il Gruppo Lufthansa non era un partner negoziale) hanno pesato sui guadagni. Tuttavia, la perdita operativa è stata dimezzata rispetto all’anno precedente.

Il Gruppo ha aumentato il fatturato del 40% a 7,0 miliardi di euro (anno precedente: 5,0 miliardi di euro). L’EBIT rettificato è stato di -273 milioni di euro (anno precedente: -577 milioni di euro). La società ha quindi ottenuto un risultato significativamente migliore nel primo trimestre rispetto al primo trimestre del 2019 (EBIT rettificato primo trimestre 2019: -336 milioni di euro).

Il margine EBIT rettificato è migliorato di conseguenza al -3,9% (anno precedente: -11,5%). La perdita netta è diminuita del 20% a -467 milioni di euro (anno precedente: -584 milioni di euro).

Le compagnie aeree del Gruppo migliorano significativamente i risultati

Durante il primo trimestre, un numero significativamente maggiore di persone ha volato con le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa rispetto all’anno precedente. In totale, le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa hanno accolto 22 milioni di passeggeri a bordo tra gennaio e marzo (anno precedente: 13 milioni). La capacità è stata significativamente ampliata al 75% del livello pre-crisi nel 2019 a causa della forte domanda sostenuta ed è stata quindi superiore del 30% al livello dell’anno precedente nel primo trimestre.

I ricavi delle compagnie aeree passeggeri sono aumentati del 73% nel primo trimestre a 5,2 miliardi di euro (anno precedente: 3,0 miliardi di euro). In particolare, l’andamento dei rendimenti, che sono stati superiori del 19% nel primo trimestre rispetto al 2019, dimostra la forza della domanda.

Sulle rotte a lungo raggio, i rendimenti sono aumentati fino al 25%. Tuttavia, a causa della stagionalità e dei preparativi per l’espansione delle operazioni di volo nei mesi estivi, il risultato è stato negativo. Le compagnie aeree passeggeri del Gruppo hanno generato un Adjusted EBIT di -512 milioni di euro nel primo trimestre del 2023 (anno precedente: -1,1 miliardi di euro).

Gli utili di Lufthansa Cargo si normalizzano, Lufthansa Technik migliora il risultato dell’anno precedente

Anche nel primo trimestre del 2023 il segmento logistico ha generato un utile operativo. Tuttavia, questo è stato inferiore al risultato record del primo trimestre dell’anno precedente a causa della normalizzazione a livello di mercato delle tariffe di trasporto aereo. L’anno scorso, la riduzione della capacità di trasporto aereo legata alla crisi combinata con un forte aumento della domanda a causa dell’interruzione delle catene di approvvigionamento ha portato a ricavi record. Lufthansa Cargo ha generato un Adjusted EBIT di 151 milioni di euro nel primo trimestre (anno precedente: 495 milioni di euro)

Lufthansa Technik ha migliorato i suoi risultati nel primo trimestre del 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’elevata domanda di viaggi aerei ha portato a un’ulteriore domanda di servizi di manutenzione e riparazione, con ricavi in aumento di conseguenza. Lufthansa Technik ha generato un Adjusted EBIT di 135 milioni di euro nel primo trimestre (anno precedente: 129 milioni di euro).

Il risultato del Gruppo LSG per il primo trimestre è stato di -6 milioni di euro (anno precedente: -14 milioni di euro), mentre i ricavi sono aumentati del 40% a 523 milioni di euro, sostenuti da una notevole ripresa delle attività asiatiche.

Il 5 aprile, Deutsche Lufthansa AG ha firmato un accordo con la società di private equity AURELIUS per la vendita del gruppo LSG. La transazione dovrebbe concludersi nel terzo trimestre del 2023. I contributi agli utili del segmento ristorazione saranno riportati come “Risultato delle attività operative cessate” fino a quel momento. Saranno quindi inclusi nel risultato netto, ma non più nell’Adjusted EBIT di Gruppo.

Free cash flow rettificato positivo, la liquidità rimane al di sopra del livello obiettivo

Grazie alle continue forti prenotazioni, il flusso di cassa operativo è aumentato a 1,6 miliardi di euro nel primo trimestre del 2023. Questo aumento è stato compensato da un aumento degli investimenti netti di 1,0 miliardi di euro (anno precedente: 640 milioni di euro). Gli investimenti riguardavano principalmente pagamenti anticipati per future acquisizioni di aeromobili, grandi eventi di manutenzione capitalizzati e pagamenti finali per sei aeromobili ricevuti, compresi quelli già programmati per la consegna nel quarto trimestre dell’anno precedente. Di conseguenza, il flusso di cassa libero rettificato è sceso a 482 milioni di euro (anno precedente: 780 milioni di euro).

A fine marzo 2023 la società disponeva di liquidità per 10,5 miliardi di euro. La liquidità rimane quindi al di sopra del corridoio obiettivo di 8-10 miliardi di euro. Al 31 dicembre 2022, la liquidità disponibile del Gruppo Lufthansa era appena al di sotto della cifra attuale di 10,4 miliardi di euro.

Remco Steenbergen, Chief Financial Officer di Deutsche Lufthansa AG: “La domanda costantemente forte ci dà fiducia per i prossimi mesi. La stagione dei viaggi estivi fornirà un importante contributo al raggiungimento dei nostri obiettivi per il 2023. Allo stesso tempo, continueremo a investire nella stabilità operativa per offrire ai nostri clienti un’esperienza di viaggio fluida, anche se ciò significa che attualmente stiamo operando a un livello di efficienza e produttività molto inferiore a quello originariamente previsto. Sono ancora più convinto che abbiamo ancora un grande potenziale per aumentare i nostri guadagni oltre il 2023 una volta che ci lasceremo alle spalle la fase di ramp-up e il sistema complessivo guadagnerà ulteriore stabilità”.

Prospettiva

La voglia di viaggiare rimane forte. Gli effetti di recupero dopo la pandemia sono ancora chiaramente evidenti. La compagnia prevede quindi un’estate di viaggio molto forte, soprattutto per i viaggi privati. La destinazione turistica più popolare in estate è ancora una volta la Spagna. Tuttavia, anche l’interesse per le vacanze in città e i viaggi brevi sta crescendo in modo significativo. La domanda soprattutto nelle classi premium rimane forte.

Nel secondo trimestre, la capacità dovrebbe aumentare a circa l’82% del livello pre-crisi. Sulla base dell’attuale situazione delle prenotazioni, la società prevede che i rendimenti in questo periodo saranno fino al 25% superiori rispetto al 2019. L’EBIT rettificato nel secondo trimestre del 2023 dovrebbe quindi essere superiore al risultato del secondo trimestre 2019, che ammontava a 754 milioni di euro.

Per l’intero anno 2023, il Gruppo Lufthansa prevede ancora una capacità media delle compagnie aeree passeggeri di circa l’85-90% rispetto al 2019.

Per l’intero anno, la società conferma il suo obiettivo di raggiungere un significativo miglioramento anno su anno dell’Adjusted EBIT. Di conseguenza, Lufthansa Group dovrebbe compiere progressi significativi verso il raggiungimento degli obiettivi fissati per il 2024. Nel 2024, la società prevede di raggiungere un margine EBIT rettificato di almeno l’8% e un ROCE rettificato di almeno il 10%.