easyJet

easyJet europe prende forma la strategia di comunicazione europea

  • 11 mesi fa
  • 3minuti

easyJet ha da sempre progettato campagne di comunicazione “anglocentriche” ovvero con un punto di vista anglosassone e rivolte principalmente verso quel mercato, utilizzando lo stesso metodo anche nei mercati europei che sono completamente diversi da quello UK.

Da ora in poi questo cambierà, l’aviazione commerciale è cambiata, ad easyJet non basta la notorietà del brand, messo a dura prova durante la pandemia, dovrà anche lottare in un mercato in cui rischia di perdere 1 o 2 posizioni e un focus sull’Europa è fondamentale.

Non si può più attendere e quindi in easyJet si inizia a lavorare in modo distinto nei mercati europei e in quello britannico, creando i presupposti per poter elaborare campagne e azioni di planning e il buying più mirate.

In Europa i competitor si stanno facendo sempre più notare con campagne direttamente nelle città, affissioni, co-marketing, campagne mirate sui social e negli aeroporti, compagnie in passato meno note, anche per il dominio del brand easyJet ora diventano sempre più conosciute e stanno togliendo quote di mercato alla stessa easyJet.

easyJet ha scelto mSix&Partners di GroupM e Kepler, dopo una gara a cui OMD che seguirà ancora la compagnia in UK non ha ovviamente partecipato.

OMD si occupa del media planning e media buying di EasyJet da quasi 20 anni in 11 mercati, tra cui Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia e Paesi Bassi. Successivamente nel 2010, OMD difese l’incarico nell’ambito di un altro pitch. 

La creatività delle campagne pubbliciitarie di EasyJet in Europa è ancora affidata a VCCP London, l’agenzia selezionata nel 2011 e subentrata allora a Publicis London. L’ultima campagna realizzata da VCCP London, la prima dallo scoppio della pandemia del Covid per lanciare nextGen easyJet, che nelle intenzioni della compagnia apre la strada per importanti cambiamenti non solo in termini di sostenibilità ambientali, anche se il focuso sarà l’obbiettivo della neutralità.

I creativi di VCCP London hanno svolto un ottimo lavoro e lo spot è emozionale e in grado di ridare lustro al marchio, nextGen easyJet’ vuole infatti rilanciare l’identità del marchio easyJet.

La nuova campagna e’ stata ideata dall’agenzia creativa VCCP London, Diretto da Nick Ball, che ha lavorato a campagne come “For When it’s Time” per Extra e “Money Calm Bull” per Money Supermarket.

UK ed Emea, dopo la Brexit si differenziano in due mercati, non solo per gli ostacoli doganali per lo scambio di merci, l’aumento dei costi per gli interscambi, ma anche perché il passeggero britannico è completamente diverso da quello europeo e nella stessa europa i diversi mercati interni hanno importanti differenze da considerare.

MSix&Partners si occuperà della strategia, il planning e il buying sui mezzi offline media buying, e Kepler della strategia e gli investimenti nel digital advertising. 

L’agenzia mSix&Partners, guidata da Aaron Quirk, chief executive EMEA, e opertiva anche in Italia, acquisisce così un cliente di primaria importanza in termini di billing, che si va ad aggiungere a realtà come Toyota, Electronic Arts e News Corp.

Kepler è un’agenzia britannica operativa a livello globale con nove uffici, è specializzata in CRM, retail media e marketing digitale, ed è attiva anche nel programmatic grazie all’acquisizione di Infectious Media. Tra i suoi clienti figurano aziende come HSBC, Sanofi, Hasbro e T-Mobile. A guidarla nella regione EMEA è il chief executive Martin Kelly.