Loganair

Loganair nel 2023 riceverà 8 nuovi ATR

  • 1 anno fa
  • 4minuti

Loganair nel 2023 riceverà 8 nuovi ATR che andranno a sostituire i Saab 340B.

I nuovi ATR si aggiungeranno agli attuali 15 già operativi, ridurranno l’impronta ambientale di Loganair, con una riduzione dei consumi ed una maggior capacità, i nuovi ATR che potranno operare anche in condizioni di scarsa visibilità, verranno utilizzati nelle rotte da Glasgow a Islay, Benbecula, Sumburgh, Kirkwall, Derry e Stornoway dal primo trimestre del 2023.

Degli attuali 42 velivoli nella flotta Loganair, sono infatti 8 i Saab 340B, gli 8 nuovi ATR turboelica ridurranno le emissioni del 27%, emissioni già inferiori rispetto agli aeromobili a reazione, un velivolo turboelica ATR consuma il 40% in meno di carburante ed emettono il 40% in meno di emissioni di CO2 su voli fino a 400 miglia nautiche.

Gli ATR che riceverà Loganair verosimilmente utilizzeranno il nuovo motore PW127XT-M di Pratt & Whitney , un nuovo punto di riferimento per gli aeromobili regionali a turboelica, che assicura il 20% in meno di costi di manutenzione e il 3% di miglioramento dell’efficienza del carburante, grazie ai miglioramenti del motore che rendono il turboelica regionale ancora più sostenibile.

I nuovi velivoli ATR sono inoltre attrezzati per utilizzare sistemi di avvicinamento basati su satellite, consentendo operazioni anche in condizioni di scarsa visibilità, come nebbia o nuvole basse, un problema comune nelle destinazioni delle Highlands e delle isole, non solo nella pianura padana in Italia.

Loganair ha già inizato l’addestramento per i piloti, il personale di cabina e gli ingeneri.

L’amministratore delegato di Loganair Jonathan Hinkles ha dichiarato: “I Saab 340 hanno servito noi e i nostri clienti in modo eccellente negli ultimi due decenni, ma è tempo per noi di passare a una nuova generazione di aeromobili. Nella scelta della nostra futura flotta, è importante avere un aeromobile che si basa sulle nostre credenziali ambientali, resistendo alle condizioni meteorologiche dell’isola e fornendo accessibilità a tutti i clienti nelle comunità che serviamo: abbiamo trovato tutte queste caratteristiche e molto altro nel turboelica ATR.

Il nostro investimento multimilionario in velivoli ATR salvaguarderà la connettività per le generazioni future all’interno della rete aerea delle Highlands e delle Isole, da cui dipendono così tante comunità. Serviamo la stragrande maggioranza delle rotte aeree nelle Highlands e nelle isole su base puramente commerciale, senza alcun sussidio diretto, a differenza di altre forme di trasporto, e stiamo finanziando noi stessi l’introduzione di nuovi aerei” ha concluso Hinkles.

L’amministratore delegato di Loganair Jonathan Hinkles ha dichiarato: “I Saab 340 hanno servito noi e i nostri clienti in modo eccellente negli ultimi due decenni, ma è tempo per noi di passare a una nuova generazione di aeromobili. Nella scelta della nostra futura flotta, è importante avere un aeromobile che si basa sulle nostre credenziali ambientali, resistendo alle condizioni meteorologiche dell’isola e fornendo accessibilità a tutti i clienti nelle comunità che serviamo: abbiamo trovato tutte queste caratteristiche e molto altro nel turboelica ATR. Il nostro investimento multimilionario in velivoli ATR salvaguarderà la connettività per le generazioni future all’interno della rete aerea delle Highlands e delle Isole, da cui dipendono così tante comunità. Serviamo la stragrande maggioranza delle rotte aeree nelle Highlands e nelle isole su base puramente commerciale, senza alcun sussidio diretto, a differenza di altre forme di trasporto, e stiamo finanziando noi stessi l’introduzione di nuovi aerei”.

Nathalie Tarnaud Laude, amministratore delegato di ATR, ha dichiarato: “Siamo lieti di vedere Loganair, una delle compagnie aeree regionali di maggior successo e di lunga data in Europa, passare agli aerei ATR. Sono i più efficienti dal punto di vista ambientale di qualsiasi aeromobile della loro classe e offrono ai clienti un maggiore comfort e silenziosità della cabina. Con oltre 1.600 aeromobili ATR in servizio in tutto il mondo e la produzione che continua oggi, siamo fiduciosi che Loganair abbia fatto la scelta giusta per la sua futura flotta e non vediamo l’ora di far crescere ulteriormente la nostra partnership nei prossimi anni”.