EuroControl

EUROCONTROL: media traffico -17%, rilevanti differenze tra stati

Tempo di lettura < 1 minuto

Il traffico aereo del 2022 nello spazio aereo di EUROCONTROL fino ad oggi è l’83% dei livelli del 2019 .

Fondamentale però notare che la media non rispecchia la reale situazione di tutti gli stati membri che cambia anche in modo rilevante, passando dal +38% in Albania al -88% nell’Ucraina.

Il traffico aereo del 2022 nello spazio aereo di EUROCONTROL fino ad oggi è l’83% dei livelli del 2019 .

Alcuni degli Stati più piccoli d’Europa in termini di traffico sono in piena espansione, con Georgia (+29%) e Bosnia-Erzegovina (+13%) ben al di sopra dei livelli pre-pandemia per l’intero anno.

Tra i principali Stati più grandi, i migliori risultati sono la Grecia (99% del 2019) e il Portogallo (96%).

Ciò è in netto contrasto con molti degli Stati colpiti dalla chiusura dello spazio aereo a est innescata dalla guerra di aggressione di Putin: Lettonia (-37% del 2019), Moldavia e Slovenia (-34%), Finlandia (-33%) e Repubblica Ceca (-31%).

Se lo confrontiamo con il quadro attuale, i due Stati che hanno ottenuto i risultati migliori negli ultimi 7 giorni rispetto ai livelli pre-pandemia sono la Georgia (+53%) e l’Albania (+43%), mentre i 2 più lontani dai livelli del 2019 in questo momento – a parte l’Ucraina con traffico zero in questo momento – sono Finlandia e Repubblica Ceca (entrambi -29%).

Dati: EUROCONTROL