easyJet

easyJet ancora in perdita, Ryanair tornata al profitto

Tempo di lettura 4 minuti

Gli errori del management, una programmazione eccessiva e poco accurata, apparentemente “fingendo” di non vedere i rischi e le evidenti conseguenze delle scelte, alcune di queste largamente prevedibili, si sono aggiunti ai problemi della Brexit, del sistema normativo UK e della gestione di un network post-pandemia, sicuramente non facile, che però altri vettori come ad esempio Ryanair sono riusciti a superare, tornando al profitto.

Al 30 giugno 2022 i conti migliorano, anche se i costi sono aumentati: (in parte per…) 133 milioni di euro a causa delle numerose cancellazioni di voli nell’ultimo trimestre.

Anche British Airways è stata colpita in UK dalla mancanza di personale e da difficoltà anche burocratiche per nuove assunzioni, tra cui l’impossibilità di assumere personale dall’Europa a causa della Brexit.

Era palese infatti che easyJet non sarebbe stata in grado di gestire un operativo di volo dal Regno Unito ai livelli pre-pandemia, quindi un grave errore programmare anche una capacità maggiore di quella del 2019.

Leggi anche…

Ryanair ha registrato nell’ultimo trimestre (Q2) chiuso a giugno il suo primo profitto dall’inizio della pandemia di Covid-19.

Il gruppo Ryanair, anche se non ai livelli pre-covid, ha registrato un utile al netto delle imposte di 170 milioni di euro (174 milioni di dollari).

Q3 2022 easyJet

Nel terzo trimestre easyJet ha trasportato 22 milioni di passeggeri 1 , pari all’87% della capacità FY19, easyJet ha operato per il 95% del programma previsto nel terzo trimestre.

Il LF ha continuato a crescere nel trimestre, raggiungendo massimi del 92% a giugno.

Rendimento accessorio compagnia aerea per passeggero di£ 22,07 continua a sovraperformare i livelli pre-pandemia, con un aumento del 55% rispetto allo stesso periodo del 2019.

easyJet Holidays ha generato £ 16 milioni di profitto nel trimestre in quanto ha trasportato 0,4 milioni di clienti, superando il precedente profitto più alto di£ 10 milioni4 in un anno intero, rimane sulla buona strada per trasportare 1,1 milioni di passeggeri nell’intero anno.

Le prenotazioni sono aumentate durante il trimestre, per il quarto trimestre è attualmente prenotato il 71%, il fattore di carico è leggermente superiore al 2019 e il rendimento dei biglietti venduti è del 13% superiore all’anno fiscale 2019.

Johan Lundgren, amministratore delegato di easyJet ha dichiarato: “La consegna ai clienti quest’estate rimane la nostra massima priorità. Durante il trimestre abbiamo trasportato sette volte più clienti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e abbiamo operato il 95% del nostro programma. Abbiamo preso provvedimenti per creare la resilienza aggiuntiva necessaria quest’estate e l’operazione è ora normalizzato.

Nonostante la perdita di questo trimestre a causa di problemi di interruzione a breve termine, il ritorno a volare su larga scala ha dimostrato che le iniziative strategiche lanciate durante la pandemia stanno dando risultati ora e con molto altro in arrivo. Ciò include un cambiamento radicale dei rendimenti accessori, in aumento del 55% rispetto allo stesso periodo del 2019 e un profitto record di£ 16 milionigenerato nel trimestre da easyJet holidays, che è sulla buona strada per servire 1,1 milioni di clienti nell’intero anno. easyJet prevede che la capacità sarà di circa il 90% del Q419 attraverso la nostra rete di principali aeroporti europei, con fattori di carico mirati superiori al 90%”.

Capacità

Durante il terzo trimestre easyJet ha volato l’87% della capacità FY192 , in linea con le linee guida e un aumento significativo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso in cui easyJet ha volato il 16% della capacità FY19. Il fattore di carico è stato dell’88%, come indicato, a causa dell’aumento della domanda dei clienti dopo l’allentamento delle restrizioni di viaggio .

aprile 2022maggio 2022Giugno 2022Q3 FY22Q3 FY21
Numero di voli44.91748.33546.793140.04524.682
Passeggeri (migliaia) 16.9327.4247.64522.0012.985
Posti volati (migliaia)8.0348.5968.30624.9364.495
% della capacità FY19 volata86%88%86%87%16%
Fattore di carico 386%86%92%88%66%

Dati finanziari

Le entrate totali del gruppo per il trimestre terminato il 30 giugno 2022 sono aumentate a £ 1.755 milioni(T3 FY21:£ 213 milioni). Le entrate dei passeggeri sono aumentate a £ 1.152 milioni(T3 FY21:£ 152 milioni) e le entrate accessorie aumentate a £ 603 milioni (T3 FY21:£ 61 milioni) principalmente per l’aumento della capacità volata. 

Entrate accessorie della compagnia aerea per posto di £ 19,47(T3 FY21: £ 13,14) continua a beneficiare dei bagagli a mano e dei pacchetti che generano entrate incrementali.

I costi principali del gruppo per il trimestre terminato il 30 giugno 2022 erano £ 1.869 milioni (T3 FY21:£ 531 milioni), principalmente a causa del livello più elevato di capacità volata rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le cancellazioni dei voli, le compensazioni e gli altri costi per le conseguenze di una programmazione eccessiva vista la mancanza di personale e i problemi in particolare negli aeroporti del Regno Unito, sono costate ad easyJet £ 133 milioni.

La perdita nominale del gruppo prima delle imposte per il trimestre terminato il 30 giugno 2022 era £ 114 milioni, in miglioramento rispetto a £ 318 milioni nel terzo trimestre FY2.

Al 30 giugno 2022, l’indebitamento netto di easyJet era £ 0,2 miliardi(31 marzo 2022: £ 0,6 miliardi) compresi disponibilità liquide e mezzi equivalenti e depositi del mercato monetario di £ 3,9 miliardi.

Outlook

easyJet prevede attualmente una capacità nel quarto trimestre del 90% circa rispetto al quarto trimestre 2019 con fattori di carico superiori al 90%. Il programma del quarto trimestre di easyJet è ora prenotato al 71%, 1 punto in più rispetto a questo punto nel FY19. Il rendimento dei biglietti venduti nel quarto trimestre è attualmente del 13% superiore al FY19.

Winter 2022 easyJet

Carburante

easyJet è attualmente coperto per circa l’83% per il carburante nel quarto trimestre dell’esercizio 22 a c.$ 705per tonnellata metrica, c. 60% coperto per il carburante nel primo semestre dell’esercizio 23 a c.$ 784per tonnellata metrica e c. 33% coperto per carburante nel secondo semestre dell’esercizio 23 a c.$ 879per tonnellata metrica. Il prezzo spot del 22 luglio 2022 era intorno$ 1.090.