Alitalia

L’Italia vola anche senza Alitalia

Tempo di lettura 2 minuti

La lettera inviata dai commissari Alitalia ai tre ministri competenti, sembra quasi una minaccia, che di perse’ fa un po’ ridere, avvertono che nel caso non verrà prolungata fino al 2025 la CIG ci potrebbe essere il blocco dei voli.

E’ chiaro a tutti che non è una minaccia ma lo può sembrare, è invece una sorta di lettera pro forma o un consiglio non richiesto, possiamo metterla anche così e devo dire inaspettato, da parte dei commissari, e’ chiaramente irricevibile, ricordo a tutti che anche nel caso in cui Alitalia resti a terra, l’Italia non avrà alcun problema a volare.

I commissari motivano la richiesta, perché di questo si tratta: “Per attenuare il disagio di lavoratrici e lavoratori che si troveranno senza impiego e senza alcuna certezza di essere considerati nelle prossime assunzioni di personale da parte di Ita“.

Come ha spiegato il ministro del Lavoro Andrea Orlando “è pronta la norma sugli ammortizzatori sociali e la sottoporremo all’incontro con i sindacati” quindi i dipendenti Alitalia che non verranno assunti in Ita entro la fine del prossimo anno, avranno accesso a questi, come tutti gli altri italiani rimasti senza lavoro.

Oggi è il mio compleanno, a questo punto la faccio anche io una richiesta ai tre ministri, visto che sono senza lavoro e non riesco a trovarlo, anche io voglio la CIG fino al 2025, mi accontento della metà di un assegno mensile di un comandante Alitalia.

In questi giorni c’è un altra vertenza aperta nel mondo dell’aviazione italiana, anche se la compagnia è inglese, sto parlando di easyJet, i sindacati stanno discutendo del piano della compagnia sull’Italia e degli evidenti esuberi di personale, che però potrebbero rientrare nei prossimi anni, a questo punto assicuriamo anche a easyJet che sicuramente ha offerto al nostro paese un servizio di tutto rispetto come ha fatto Alitalia la CIG fino al 2025.

ITA ha appena assunto oltre 2000 persone, 1/3 di questi non sono dipendenti di Alitalia, quindi vogliamo l’Italia potrebbe mai accettare di parcheggiare migliaia di persone che non verranno mai assunte in Alitalia fino al 2025?

L’Italia potrebbe mai accettare di pagare per altri 4 anni, quando magari centinaia di loro verranno assunti tra 2 o 3 anni anche 8000 euro al mese, quando ci sono centinaia di migliaia di italiani che non hanno alcun sostegno al reddito oppure mandano avanti una famiglia con 700 euro al mese perchè non riescono a trovare un lavoro?

Io ancora una volta dico NO!

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017