Lufthansa

Lufthansa: rimborsare il salvataggio FSE è la priorità

Tempo di lettura 2 minuti

La priorità per Lufthansa è rimborsare il Fondo di stabilizzazione economica (FSE) per far uscire il governo tedesco dal vettore.

Lufthansa ha annunciato quindi l’emissione di nuove azioni per un controvalore di 2,5 miliardi di euro, anche per garantire “una struttura patrimoniale sostenibile ed efficiente“.

Carsten Spohr, CEO di Deutsche Lufthansa AG, afferma: “Il pacchetto di stabilizzazione concordato con il WSF ha consentito a Lufthansa di mantenere i posti di lavoro di oltre 100.000 dipendenti. Abbiamo sempre chiarito che utilizzeremo il pacchetto di stabilità solo per il tempo necessario. Siamo quindi orgogliosi che ora possiamo mantenere la nostra promessa e ripagare le misure più velocemente di quanto originariamente previsto e concentrarsi sull’ulteriore trasformazione del Gruppo Lufthansa.”

Il WSF, che attualmente detiene il 15,94% del capitale sociale, si è impegnato a vendere la propria partecipazione nella società non prima di sei mesi dal completamento dell’aumento di capitale se il WSF partecipa all’aumento di capitale. In tal caso, la vendita sarà perfezionata entro e non oltre 24 mesi dal perfezionamento dell’aumento di capitale, a condizione che la società rimborsi la Silent Participation I e Silent Participation II come previsto.

Lufthansa in una nota, conferma che la trasformazione strutturale del Gruppo Lufthansa sta procedendo più rapidamente del previsto, le misure attualmente in corso di attuazione rappresentano già oltre la metà dei 3,5 miliardi di euro previsti di risparmio sui costi.

Il gruppo prevede quindi di raggiungere un margine EBIT rettificato di almeno l’8% entro il 2024, un flusso di cassa libero rettificato di circa 2 miliardi di euro all’anno per il 2023 e il 2024, pur continuando a modernizzare la sua flotta.

Il gruppo prevede di accettare fino a 30 nuovi aeromobili all’anno, oltre la metà dei nuovi aeromobili saranno in leasing, per garantire che la spesa in conto capitale corrisponda al livello di ammortamento, ovvero circa 2,5 miliardi di EUR all’anno nel 2023 e nel 2024.

Emissione di nuove azioni

L’operazione è totalmente garantita da un consorzio di 14 banche. Inoltre, alcuni fondi di BlackRock, Inc. hanno stipulato un contratto di sub-sottoscrizione per un totale di 300 milioni di euro e si sono impegnati ad esercitare integralmente i propri diritti di sottoscrizione.

Passività

Le passività nette del Gruppo diminuiranno significativamente dopo l’aumento di capitale. Ciò apre la strada al raggiungimento a medio termine del target ratio del Gruppo di indebitamento <3,5x (indebitamento netto più passività pensionistiche / EBITDA) e di un rating investment grade.

Liquidità

Sulla base dello stato patrimoniale del Gruppo al 30 giugno 2021, la liquidità pro forma, tenuto conto del rimborso delle Silent Participations I e II, sarà all’interno del corridoio target compreso tra 6 e 8 miliardi di euro.

Remco Steenbergen, CFO di Deutsche Lufthansa AG, afferma: “Siamo fiduciosi di raggiungere i nostri obiettivi di bilancio a medio termine con questo aumento di capitale, sostenuto dal raggiungimento di forti flussi di cassa liberi rettificati e buoni ritorni sul capitale impiegato. Continuiamo ad analizzare l’attuazione delle misure di portafoglio, sempre a condizione che abbiamo tutto il valore Realizzare il nostro patrimonio e le possibili vendite aumentano il valore dell’azienda e contribuiscono alla flessibilità strategica del gruppo. “

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017