easyJet

Wizz e easyJet una combinazione vincente?

Tempo di lettura 2 minuti

Il mercato è evidente si stia preparando ad un possibile e non fantascientifico “grande cambiamento“.

easyJet ha una Instrument market cap (£m) di 3,6 miliardi di sterline circa, Wizz Air supera di poco i 5, nonostante sia più piccola, ma non contano solo il numero di aerei, le destinazioni, i dipendenti e la posizione negli aeroporti principali, conta anche altro nell’attribuire un valore ad un azienda quotata.

La capitalizzazione di mercato, è il valore di mercato aggregato di una società. Poiché rappresenta il valore di “mercato” di una società, viene calcolato in base al prezzo di mercato corrente (CMP) delle sue azioni e al numero totale di azioni in circolazione , o “float” della società. La capitalizzazione di mercato viene anche utilizzata per confrontare e classificare le dimensioni delle società tra investitori e analisti.

La capitalizzazione di mercato è calcolata moltiplicando le azioni in circolazione di una società per il prezzo di mercato corrente di un’azione. Poiché una società è rappresentata da un numero X di azioni, moltiplicare X con il prezzo per azione rappresenta il valore totale in dollari della società. 

Le azioni in circolazione si riferiscono alle azioni di una società attualmente detenute da tutti i suoi azionisti, inclusi blocchi di azioni detenute da investitori istituzionali e azioni vincolate di proprietà di funzionari e addetti ai lavori della società.

Ovvero Wizz Air potrebbe tecnicamente acquistare easyJet con l’appoggio anche di investitori e banche, se Wizz ha fatto davvero la proposta di acquisto a easyJet, è verosimile che abbia un piano e i fondi per poterlo fare.

Da “amichevole” ( per modo di dire …) a “ostile” ? Fantafinanza ?

Solitamente questo tipo di operazioni, se con un piano di azione concreto e sostenibile, dopo un primo approccio “amichevole“, potrebbe trasformarsi in “ostile” con un OPA.

E questo giustificherebbe il tentativo del consiglio di amministrazione di easyJet di “blindare” la società con nuovo capitale direttamente dagli azionisti, non con nuovi debiti, che avrebbero portato la società ad un rischio non remoto di abbassare il suo investment grade, anche qui nella nota di easyJet è stato chiaramente evidenziato questo aspetto.

Non sarebbe ne il primo ne l’ultimo caso in cui una società “debole” rispetto ad un altra più “forte” non possa far nulla contro un acquisizione, ma chiaramente Wizz dovrà avere una solida base finanziaria e partner tra cui banche e fondi disponibili a finanziare l’acquisto.

Wizz potrebbe in breve tempo recuperare il costo dell’acquisto di easyJet, ma non possiamo non considerare che ciò che il linea teorica sembra possibile, nella pratica è più complicata.

Wizz potrebbe trasferire immediatamente in easyJet tutte le procedure operative sulla flotta ed i costi, ma si ritroverebbe a scontrarsi sul personale, in Italia ad esempio ed anche in Francia un assistente di volo easyJet, ha uno stipendi pari anche al doppio di quello di un dipendente Wizz Air.

Questo per dire che sono tanti i fattori da considerare, ma è chiaro che easyJet sia sulla difensiva e Wizz in attacco, era evidente anche dal modo in cui Wizz ha tallonato o ha tentato di farlo negli aeroporti “roccaforte” di easyJet e non solo.

Non possiamo assolutamente negare che la rete e il portafoglio clienti di easyJet combinate con il modello di business di Wizz Air sarebbe un successo, non possiamo assolutamente negare infine, che il network di easyJet può essere complementare a quello di Wizz Air, Michael O’Leary solo un anno fa disse “non vedrei come una cosa impossibile la fusione tra Wizz Air e easyJet”, ricordiamoci che Michael è raro sbagli.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017