easyJet

Plastica riciclata per le nuove divise easyJet

Tempo di lettura 3 minuti

easyJet ha introdotto nuove divise per gli equipaggi di cabina e per i piloti realizzate anche, con bottiglie di plastica riciclate.

Quarantacinque bottiglie per realizzare un uniforme, con un potenziale di mezzo milione di bottiglie da riutilizzare ogni anno come parte dell’impegno della compagnia aerea per affrontare gli impatti oltre il carbonio e ridurre i rifiuti.

Nel corso del contratto quinquennale con il fornitore, easyJet sarà responsabile di impedire che 2.700.000 bottiglie di plastica finiscano nelle discariche o negli oceani.

Il materiale ad alta tecnologia è realizzato utilizzando fonti di energia rinnovabile e ha un’impronta di carbonio inferiore del 75% rispetto al poliestere tradizionale

Prodotta da Tailored Image con sede nell’Irlanda del Nord e creato con materiale high-tech unico, la nuova uniforme sarà introdotta nella circolazione dell’equipaggio di cabina questo mese. Si stima che il lancio in tutta la compagnia aerea eviterà che circa mezzo milione di bottiglie di plastica finiscano come rifiuti di plastica ogni anno.

Non solo il tessuto riduce i rifiuti di plastica, ma il materiale ad alta tecnologia è realizzato utilizzando fonti di energia rinnovabile e ha un’impronta di carbonio inferiore del 75% rispetto al poliestere tradizionale.

Il nuovo tessuto, adattato allo stile attuale della compagnia aerea, è stato testato per la prima volta l’anno scorso per l’idoneità negli ambienti della cabina e del ponte di volo.

Rispetto all’alternativa non riciclata, è più resistente all’abrasione. Fornisce inoltre ancora più elasticità, un allungamento in quattro direzioni, migliorando la vestibilità e la libertà di movimento per un maggiore comfort e durata.

Questo sviluppo può portare a una lunga durata per chi lo indossa, riducendo la necessità di produrre articoli più uniformi a lungo termine.

Oltre al nuovo tessuto, anche la plastica è stata sostituita in tutti gli imballaggi legati all’abbigliamento a favore di materiali riciclabili e biodegradabili.

easyJet ha già adottato misure per ridurre la plastica a bordo mentre continua a ridurre il numero di articoli in plastica monouso utilizzati sui suoi voli.

La compagnia aerea ha già sostituito molti articoli con alternative più sostenibili, come l’introduzione di una piccola ciotola a base vegetale come supporto per bustine di tè, la rimozione di oltre 27 milioni di singoli articoli di plastica dalla nostra attività di vendita al dettaglio a bordo nell’anno finanziario 2020 e non ha mai offerto cannucce di plastica . Nel Regno Unito offre anche uno sconto di 50p sulle bevande calde per i clienti che portano la loro tazza riutilizzabile.

Tina Milton, Direttore dei servizi di cabina di easyJet, ha dichiarato: “Il cambiamento climatico è un problema per tutti noi e in easyJet stiamo esaminando tutte le parti della nostra operazione per vedere dove possiamo ridurre le emissioni di carbonio e ridurre gli sprechi. Siamo entusiasti di presentare questa nuova divisa per pilota e personale di cabina realizzata con bottiglie di plastica riciclate e di presentarla per i nostri piloti e colleghi dell’equipaggio di cabina. Sappiamo che la sostenibilità è una questione importante per loro e anche per i nostri clienti.

“È una priorità per noi continuare a lavorare per ridurre la nostra impronta di carbonio a breve termine, insieme a un lavoro a lungo termine per supportare lo sviluppo di nuove tecnologie, compresi gli aerei a emissioni zero che aspirano a ridurre radicalmente l’impronta di carbonio dell’aviazione. Continuiamo a lavorare con i partner tecnologici innovativi Wright Electric e Airbus, ognuno dei quali ha stabilito i suoi ambiziosi calendari per portare gli aerei a emissioni zero in servizio commerciale per diventare una realtà. Le persone possono scegliere come viaggiare e se le persone scelgono di volare con noi, vogliamo essere una delle scelte migliori che possono fare”.

Bernard Birt, amministratore delegato di Tailored Image, ha dichiarato: “Il nostro ruolo come fornitore di divise su misura e abbigliamento aziendale è quello di fornire soluzioni innovative per i nostri clienti, costruite attorno al comfort e alla praticità per i loro indossatori. La sfida aggiuntiva con il progetto easyJet è stata quella di soddisfare i loro standard eccezionalmente elevati nella riduzione dell’impatto ambientale.

“Unendo l’esperienza dei nostri team di progettazione e tecnologia dell’abbigliamento, abbiamo sviluppato un approccio collaborativo con un’azienda che è all’avanguardia nello sviluppo di tessuti sostenibili. Siamo stati entusiasti fin dall’inizio di essere coinvolti in questo progetto e siamo lieti che il successo del nuovo guardaroba EasyJet dimostri il risultato del nostro pluripremiato approccio incentrato sul cliente e della nostra capacità di soddisfare anche i brief più esigenti”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017