Ryanair

Lettera di Michael O’Leary al ministro dei trasporti irlandese

L’Irlanda che secondo i dati diffusi dalla UE, è pronta ed ha già effettuato il collegamento con il Gateway europeo per il certificato digitale covid, ha deciso di vietare i viaggi all’estero fino al 19 luglio.

I consigli del governo per evitare viaggi non essenziali e le relative sanzioni rimarranno in vigore fino al 18 luglio. A partire dal 19 luglio questo verrà modificato per consigliare ai cittadini di viaggiare in sicurezza e in conformità con le linee guida e le restrizioni della salute pubblica.” si legge nel sito del governo irlandese.

lettera inviata al Ministro dei Trasporti irlandese Eamon Ryan da Michael O’Leary CEO di Ryanair:

Nella lettera inviata al Ministro dei Trasporti Eamon Ryan, Michael scrive:

Come sapete, l’Irlanda è oggi l’unico stato membro dell’Unione Europea che non era pronto a conformarsi al certificato digitale Covid (DCC) dell’UE per i viaggi che è entrato in vigore oggi, giovedì 1 luglio. Si prega di spiegare perché, quando si ha la conferma dal fornitore del sistema che può essere attivato immediatamente dall’Irlanda per i nostri cittadini vaccinati.

Questa continua cattiva gestione del trasporto aereo da parte del governo irlandese sta causando danni incalcolabili alla nostra economia e alle infrastrutture turistiche poiché siamo in ritardo “Paddy last” dietro ogni altro paese dell’UE, i quali si sono aperti a questi certificati Covid dell’UE e stanno approfittando del successo dei loro programmi di vaccinazione.

Invece l’Irlanda continua ad essere isolata in modo univoco nonostante abbia meno di 45 pazienti Covid in ospedale e meno di 15 nelle nostre unità di terapia intensiva. Il governo irlandese afferma falsamente che il recente attacco informatico HSE è stato il motivo della tua implementazione ritardata, mentre il sito web della Commissione europea conferma falsamente che l’Irlanda è “effettivamente connessa”.

Perché il governo irlandese non ha attivato il DCC per consentire ai nostri 1,5 milioni di cittadini completamente vaccinati di viaggiare liberamente all’interno dell’UE? A causa della tua inettitudine al governo, Ryanair ora deve rifiutare il viaggio ai passeggeri di tutti gli altri Stati dell’UE che sono completamente vaccinati e in possesso di un certificato digitale Covid dell’UE valido. Questo è discriminatorio e ingiustificato senza alcuna base medica o di salute pubblica.

Abbiamo anche ricevuto segnalazioni di passeggeri irlandesi che arrivano in questo Stato con un DCC (completamente vaccinato) che sono stati ingiustamente minacciati di quarantena obbligatoria. Per favore, spiega perché la polizia di frontiera irlandese oggi sembra essere completamente all’oscuro di come sia il certificato Covid dell’UE?

Cosa hai fatto nelle ultime 6 settimane da quando il DCC è stato annunciato per la prima volta? Ministro Ryan, non vi è alcuna giustificazione per ulteriori ritardi o restrizioni sul viaggio di ritorno nell’UE per i 1,5 milioni di cittadini irlandesi completamente vaccinati né il continuo rifiuto di consentire ai 200 milioni + cittadini europei completamente vaccinati di viaggiare liberamente in Irlanda per ricostruire i nostri storpi settore aeronautico e turistico. Si prega di confermare oggi indietro che si agirà finalmente per attivare il certificato Covid dell’UE per tutti i cittadini vaccinati dell’Irlanda (e dell’UE) e consentire loro di viaggiare liberamente tra l’Irlanda e l’UE. Dal momento che sono tutti completamente vaccinati, non rappresentano una minaccia o un rischio per la narrativa di registro “variante scariante” di NPHET.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017