Europa

Accordo provvisorio legge europea sul clima

Tempo di lettura 2 minuti

Raggiunto oggi l’accordo provvisorio tra i colegislatori sulla legge europea sul clima.

Come uno degli elementi chiave del Green Deal europeo, la legge europea sul clima sancisce l’impegno dell’UE a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 e l’obiettivo intermedio di ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990.

La presidente Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Sono lieta che abbiamo raggiunto un accordo su questo elemento centrale del Green Deal europeo. Il nostro impegno politico per diventare il primo continente climaticamente neutro entro il 2050 è ora anche un impegno legale. La legge sul clima imposta l’UE su un percorso verde per una generazione. È il nostro impegno vincolante per i nostri figli e nipoti “.

Il vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, Frans Timmermans ha aggiunto: “Questo è un momento fondamentale per l’UE. Abbiamo raggiunto un accordo ambizioso per scrivere il nostro obiettivo di neutralità climatica in una legislazione vincolante, come guida alle nostre politiche per i prossimi 30 anni. La legge sul clima darà forma alla ripresa verde dell’UE e garantirà una transizione verde socialmente giusta. L’accordo di oggi rafforza anche la nostra posizione globale di leader nell’affrontare la crisi climatica. Quando i leader mondiali si riuniranno per la Giornata della Terra, l’UE verrà al tavolo con questa notizia positiva, che speriamo ispirerà i nostri partner internazionali. Questa è una buona giornata per la nostra gente e per il nostro pianeta “.

Oltre all’obiettivo di neutralità climatica del 2050, l’accordo di oggi rafforza il quadro europeo per l’azione per il clima introducendo i seguenti elementi:

  • un ambizioso obiettivo climatico per il 2030 di almeno il 55% di riduzione delle emissioni nette rispetto al 1990, con chiarezza sul contributo delle riduzioni e degli assorbimenti delle emissioni;
  • riconoscimento della necessità di migliorare il serbatoio di carbonio dell’UE attraverso un regolamento LULUCF più ambizioso, per il quale la Commissione presenterà proposte nel giugno 2021;
  • un processo per la definizione di un obiettivo climatico per il 2040, tenendo conto di un bilancio indicativo per i gas a effetto serra per il 2030-2050 che sarà pubblicato dalla Commissione;
  • un impegno per le emissioni negative dopo il 2050;
  • l’istituzione del comitato consultivo scientifico europeo sui cambiamenti climatici, che fornirà consulenza scientifica indipendente;
  • disposizioni più rigorose sull’adattamento ai cambiamenti climatici;
  • forte coerenza tra le politiche dell’Unione con l’obiettivo della neutralità climatica;
  • un impegno a impegnarsi con i settori per preparare tabelle di marcia specifiche per settore che tracciano il percorso verso la neutralità climatica in diverse aree dell’economia.

La Commissione ha presentato la sua proposta di legge europea sul clima il 4 marzo 2020. Una volta che l’accordo provvisorio odierno sarà formalmente approvato dal Parlamento e dal Consiglio, la legge europea sul clima sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione ed entrerà in vigore.

Per maggiori informazioni: Legge europea sul climaIl Green Deal europeo

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017