Aeroporto di Riga RIX

A-CDM: Riga, il primo aeroporto baltico ad utilizzarlo

Tempo di lettura 2 minuti

A partire dal 6 aprile, l’aeroporto internazionale di Riga è diventato il primo e finora unico aeroporto negli Stati baltici ad utilizzare insieme a più di 30 aeroporti europei (tra cui Bergamo in italia) le procedure A-CDM (Airport Collaborative Decision Making) che consentono di migliorare in modo significativo la qualità del servizio e la sicurezza per gli utenti dello spazio aereo e passeggeri.

L’introduzione di A-CDM è stato uno sforzo congiunto della società per azioni statale del fornitore di servizi di navigazione aerea “Latvijas gaisa satiksme” (LGS) e dell’aeroporto di Riga, garantisce lo scambio tempestivo di informazioni accurate tra l’operatore aeroportuale, gli operatori aerei, i servizi di assistenza a terra servizi, controllori del traffico aereo e altre parti coinvolte dalla pianificazione del volo fino all’atterraggio dell’aeromobile sulla pista. 

Ciò consente di programmare i decolli con maggiore precisione e di ridurre i tempi di attesa dei passeggeri, soprattutto nelle ore di punta. Inoltre, l’A-CDM consente alle compagnie aeree di ridurre i costi per risorse e carburante relativi ai tempi di attesa prima del decollo e alla preparazione degli aeromobili per il volo

Implementando questo importante progetto, introducendo il complesso delle procedure operative e dei processi automatizzati, è stata istituita una piattaforma A-CDM presso l’aeroporto di Riga: sono stati installati hardware e software appropriati, sono state acquistate risorse di comunicazione per i servizi aeroportuali e sono stati anche apportati altri miglioramenti stato introdotto. Anche il software di LGS è stato aggiornato.

Sono molto lieto che in collaborazione con l’aeroporto internazionale di Riga in questo momento difficile per l’aviazione, siamo riusciti a portare a termine un grande e importante progetto che crea le premesse per il futuro sviluppo dell’aeroporto e dei voli in partenza da Riga dopo la fine del pandemia, nonché per una migliore qualità del servizio per i passeggeri e una maggiore sicurezza del volo. Vorrei ringraziare tutti i nostri partner per la loro collaborazione “, afferma Dāvids Tauriņš, Presidente del Consiglio di LGS.

A sua volta, il presidente del consiglio di amministrazione dell’aeroporto internazionale di Riga Laila Odiņa sottolinea: “L’A-CDM è più che semplici procedure e processi, è un cambiamento nel pensiero e nel lavoro, integrando i servizi operativi dell’aeroporto nelle informazioni in tempo reale spazio e consentendo a tutti di lavorare come una squadra unificata. Uno scambio di informazioni accurato, tempestivo e trasparente e una comprensione comune della situazione nel suo insieme consentono un uso sostenibile ed efficiente delle infrastrutture e delle risorse, il risparmio di carburante per le compagnie aeree, la riduzione delle emissioni di CO2 e migliori esperienze per i viaggiatori “.

L’introduzione dell’A-CDM consentirà di aumentare la capacità dell’aeroporto internazionale di Riga quando verrà ripristinato il normale regime di volo.

Nell’autunno del 2016 LGS ha firmato un accordo con l’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA) sull’assegnazione di cofinanziamenti nella misura del 50% dei costi ammissibili del progetto A-CDM. Complessivamente, il progetto dovrebbe costare un totale di 1.930.000 EUR.

Il finanziamento è stato fornito dal meccanismo per collegare l’Europa (CEF).

A-CDM a Bergamo

Dal 1 dicembre l’aeroporto di Bergamo è integrato con il Manager Operations Center (NMOC) di EUROCONTROL.

Per saperne di più su A-CDM, qui

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017