Volotea

Volotea e il cloud di Amazon AWS

Tempo di lettura 2 minuti

Volotea ha annunciato oggi il trasferimento della sua infrastruttura IT su Amazon Web Services (AWS).

Amazon We Service è sempre più leader nel mondo del Cloud, l’operazione permetterà a Volotea non solo di utilizzare un infrastruttura IT stabile e veloce, ma anche una riduzione dei costi, che nell’IT possono anche essere considerevoli.

Nei prossimi 2 anni i server fisici di Volotea che ospitano attualmente le diverse piattaforme di Volotea verranno dismessi.

Volotea trasferirà su AWS le sue applicazioni aziendali fondamentali, compresa la gestione delle entrate, il controllo dei voli, l’organizzazione degli equipaggi e la pianificazione delle risorse dedicate alla manutenzione, insieme ad altri servizi. tutti sistemi che devono essere operativi ogni giorno, 24 ore su 24, perché basilari per la compagnia aerea.

Grazie a questa novità, Volotea ridurrà i costi tecnologici, ottenendo prestazioni operative più elevate, insieme a una maggiore disponibilità, sicurezza e flessibilità.

Il trasferimento sul nuovo cloud rientra nella digital roadmap intrapresa dalla compagnia, che punta a diventare un leader tecnologico, in grado di fornire le migliori soluzioni a clienti, dipendenti e fornitori.

Amazon Web Services AWS

Volotea sta ricostruendo e trasformando le sue applicazioni originarie su piattaforme cloud e sta implementando servizi di viaggio innovativi per i suoi clienti, attraverso la standardizzazione su vari servizi AWS, tra cui Amazon Transfer Family, database AWS con Amazon Aurora e servizi di integrazione delle applicazioni quali Amazon Managed Workflows per Apache Airflow.

Anche i data scientist e gli ingegneri Volotea prevedono di usare Amazon SageMaker, il servizio di AWS che consente loro di costruire, addestrare e adottare modelli di apprendimento automatico in modo rapido, migliorando la business intelligence e ottenendo un vantaggio competitivo grazie alle informazioni basate sui dati.

Volotea, inoltre, sta già riducendo del 50% i costi relativi ai luoghi di lavoro grazie all’AppStream 2.0 di Amazon, un servizio che offre, in modo sicuro, applicazioni desktop per qualsiasi computer. L’azienda ha adottato questo servizio per oltre 100 dipendenti in un fine settimana, accrescendo il tradizionale livello di sicurezza per i PC desktop da remoto.

Utilizzando AWS, Volotea è in grado di aumentare la propria flessibilità per ottimizzare, da subito, uso e costi dell’infrastruttura esistente, soddisfacendo così la crescente domanda di viaggi aerei a livello mondiale, soprattutto in risposta al COVID-19. Grazie al trasferimento su AWS, Volotea si sta preparando al prossimo futuro, quando le restrizioni di viaggio a livello globale inizieranno a diminuire e i clienti torneranno a viaggiare regolarmente. 

Stiamo rivedendo la nostra intera infrastruttura IT, trasferendo tutti i nostri siti Web, i sistemi di gestione delle entrate (AirRM), i sistemi di controllo aereo e del personale di volo (AIMS), MRO e molti altri servizi su AWS. Ciò ci consentirà di risparmiare sui costi, di aumentare la flessibilità e di rinnovarci in modo più rapido, fornendo nuovi servizi digitali in maniera più efficace, ha commentato Alex de Jesus, Chief Experience Officer di Volotea.

“Puntando tutto su AWS, Volotea sta facendo leva sulla sua elasticità al fine di adattarsi alle difficili dinamiche dell’attuale mercato ha spiegato Pedro Espin, Head of EMEA Business Development, Travel and Hospitality di Amazon Web Services. – La pandemia globale ha rafforzato l’esigenza del settore dei viaggi di adottare tecnologie volte a migliorare la resilienza operativa e l’agilità aziendale. Grazie al trasferimento su AWS, Volotea sarà in grado di sfruttare l’ampio e approfondito portafoglio di servizi cloud e l’infrastruttura altamente performante di AWS, migliorando l’efficienza e permettendo una maggiore soddisfazione di clienti e dipendenti. Siamo entusiasti di aiutarli a creare soluzioni innovative su AWS e del fatto che continuino a usare le nostre capacità e i nostri servizi a un ritmo accelerato”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi