Boeing

FAA: rischio di decompressione nei Boeing 737NG e MAX

La Federal Aviation Administration (FAA) ha emesso una nuova direttiva di aeronavigabilità (AD) riguardante i Boeing 737 NG e MAX.

Il nuovo AD, in vigore dal 29 marzo 2021 interessa 1.075 aerei immatricolati negli Stati Uniti. 

Gli operatori devono conformarsi prima di 10.000 cicli di volo totali sulla porta di ingresso anteriore o entro 5.000 cicli di volo dopo il 24 gennaio 2020, a seconda di quale evento si verifica dopo.

Il problema

Dopo aver esaminato più segnalazioni di “alette incrinate o completamente recise nell’assieme di montaggio dell’arresto dell’angolo di poppa superiore della porta di ingresso anteriore“, la FAA ha identificato che “lo spessore della parete sottodimensionato del capocorda lo rendeva suscettibile alle fessurazioni da usura“. 

Questo potrebbe comportare che la porta anteriore non sia in grado di sostenere il carico limite, con il rischio di una rapida decompressione della cabina. 

Come misura correttiva, la FAA ha chiesto agli operatori di identificare il gruppo di raccordi di arresto installato sui loro aeromobili e, se vengono trovate parti difettose, di sostituirli “con un gruppo di raccordi di arresto di nuova concezione che ha migliorato lo spessore e la resistenza delle pareti”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi