Estate 2021

Sarà un estate vintage?

Tempo di lettura 2 minuti

E’ molto probabile che i primi a poter tornare a viaggiare saranno i vaccinati, come è noto i primi ad essere stati immunizzati sono gli anziani e i soggetti a rischio, oltre al personale sanitario.

Mentre i soggetti più giovani dovranno attendere, per i ritardi sulle vaccinazioni in tutta Europa, i paesi stanno predisponendo restrizioni per dare la possibilità di accedere a turisti esteri nel caso in cui possano garantire di essere stati vaccinati e quindi immuni e quindi vien da se che ad esempio in Grecia, il targhet di età sarà più alto rispetto allo scorso anno, in particolare in un isola come Mykonos.

A questo punto Tour operator e compagnie aeree forse avranno pensato ad una programmazione diversa, anche più adatta ad una clientela meno giovane, per quelle destinazioni dove normalmente il target di età è molto più basso?

Un isola come Mykonos in Grecia ha un turismo diverso rispetto ad esempio a Santorini, se pensiamo alla Spagna, Ibiza e Gran Canaria sono destinazioni più richieste da giovani rispetto a Minorca o Tenerife.

Ancora una volta è importante quindi il target e segmentare la propria clientela per un offerta adeguata ad una domanda che deve essere ben studiata, nel dettaglio, le preferenze e la tipologia di clientela, non sarà sufficiente quindi basarsi semplicemente sulle prenotazioni.

Oggi e nelle prossime settimane un dato, è chiaro come il numero di prenotazioni verso una destinazione specifica, può da un lato mostrare una preferenza, dall’altro bisogna considerare la flessibilità delle prenotazioni, ovvero anche se una destinazione come Ibiza al momento registra dal Regno Unito un gran numero di prenotazioni, possiamo essere certi che si potrà andare ad Ibiza questa estate o con quali modalità?

No non possiamo, sarà quindi fondamentale ancora una volta essere flessibili per quanto riguarda vettori aerei e tour operator e adottare un approccio che possa garantire che anche destinazioni meno frequentate solitamente da target meno giovani possano accogliere anche questo tipo di clienti.

L’Italia molto probabilmente avrà un vantaggio, la tipologia di turismo adatta a tutte le età, un turismo completamente diverso da quello di altre nazioni, non solo perchè più culturale, ma anche perchè ad esempio a distanza di pochi km abbiamo destinazioni di mare adatte a diverse tipologie di clienti.

Un esempio su tutti, il Veneto ed il suo litorale, con Jesolo più richiesta da giovani ma anche da famiglie, Cavallino da famiglie, così come Eraclea o Bibione.

Destinazioni di vacanza inseriti nella regione italiana con un maggior numero di turisti, che offre, cultura, arte, benessere (terme), con località turistiche di vacanza dal mare alla montagna.

Mete patrimonio UNESCO, le colline trevigiane del prosecco e le Dolomiti nonchè Venezia.

In conclusione il turismo è una materia complessa, ha fatto bene il nuovo presidente del consiglio Mario Draghi a reintrodurre il ministero del turismo , sarà fondamentale un lavoro di squadra con le regioni e le APT e le associazioni degli imprenditori del turismo e dell’accoglienza.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi