Diritti dei passeggeri nella comunità Europea SLOT

La norma transitoria europea per gli slot

Tempo di lettura 2 minuti

Come previsto, il Consiglio ha adottato una norma temporanea per dare sostegno al settore dei trasporto aereo, che continua a risentire pesantemente della pandemia di coronavirus.

Nessuna ulteriore proroga come nel Regno Unito, scelta del tutto condivisibile, ristabilita la regola “usi it or lose it”, abbassando però la soglia.

L’alleggerimento degli obblighi relativi all’utilizzo delle bande orarie aeroportuali tutelerà le compagnie aeree ed eviterà il danno ambientale che deriverebbe dall’effettuazione di voli vuoti al solo scopo di mantenere le bande orarie per l’anno prossimo.

A norma dei requisiti generali dell’UE in materia di bande orarie aeroportuali, le compagnie aeree sono tenute a utilizzare almeno l’80% delle rispettive bande orarie di decollo e atterraggio per poterle mantenere l’anno successivo.

Le compagnie aeree avranno ora la possibilità di restituire il 50% delle loro serie di bande orarie prima dell’inizio della stagione estiva 2021, ma dovranno utilizzare almeno il 50% delle bande orarie rimanenti se desiderano mantenerle.

In questo modo non si lascia campo libero alle compagnie aeree con il rischio di bloccare rotte per incapacità o impossibilità di operarle, ma allo stesso tempo la volontà di proteggere i loro slot non lasciandoli liberi ad altri operatori.

Alla Commissione sarà conferito il potere di adottare atti delegati per un anno al fine di coprire le due stagioni successive.

Con gli atti adottati, la Commissione può modificare il tasso minimo di utilizzo portandolo a un valore compreso tra il 30% e il 70% al fine di rispondere in modo flessibile ai diversi livelli di traffico aereo.

La possibilità di restituire il 50% dell’intera serie di bande orarie si applica solo all’estate 2021. Tuttavia, le compagnie aeree dovranno restituire le bande orarie che non intendono utilizzare almeno tre settimane prima del volo previsto, così da permettere alle altre compagnie aeree di valersi di questa capacità inutilizzata. La regola delle tre settimane si applicherà anche se le misure saranno prorogate mediante atti delegati.

Le regole sulla restituzione delle bande orarie sono alcune tra le misure previste dal regolamento al fine di avviare il rilancio del settore e incoraggiare la concorrenza.” scrive la Commissione.

La rapida adozione del regolamento fornisce al settore un quadro giuridico stabile per pianificare le operazioni per le stagioni a venire. Ciò significa inoltre che le nuove norme saranno in vigore in tempo per l’inizio della stagione estiva 2021, previsto per il 28 marzo.

pe00001-en21

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi