Air Canada

Air Canada: -25% di capacità e 1900 esuberi

Tempo di lettura 2 minuti

Air Canada ha annunciato che sta adeguando la propria rete in base al piano di mitigazione e ripristino COVID-19, riducendo ulteriormente la capacità nel primo trimestre del 25%. 

Tale riduzione rende necessario un nuovo taglio di posti di lavoro, circa 1700 dipendenti diretti e 200 di Air Canada Express, rischiano il posto, esuberi che potranno essere riassorbiti (in parte o totalmente) quando la domanda inizierà a crescere nuovamente.

Air Canada sta lavorando con i sindacati sui programmi di mitigazione.

Air Canada ridurrà circa il 25% della capacità pianificata nel primo trimestre del 2021, circa il 20% di quella operata nel primo trimestre del 2019.

Air Canada continuerà a valutare e adattare la propria rete di rotte, in base all’evoluzione della pandemia e alla modifica delle restrizioni di viaggio e della domanda.

Air Canada

Dall’attuazione da parte dei governi federale e provinciale di queste maggiori restrizioni di viaggio e altre misure, oltre ai requisiti di quarantena esistenti, abbiamo visto un impatto immediato sulle nostre prenotazioni ravvicinate e abbiamo preso la decisione difficile ma necessaria di adeguare ulteriormente programmare e razionalizzare le nostre rotte transfrontaliere, caraibiche e nazionali per riflettere meglio la domanda prevista e ridurre il cash burn. Ci rammarichiamo dell’impatto che queste difficili decisioni avranno sui nostri dipendenti che hanno lavorato molto duramente durante la pandemia per prendersi cura dei nostri clienti, nonché sulle comunità colpite “, ha affermato Lucie Guillemette, Vicepresidente esecutivo e Direttore commerciale di Air Canada.

Anche se questa non è la notizia che speravamo di annunciare all’inizio dell’anno, siamo comunque incoraggiati dal fatto che Health Canada abbia già approvato due vaccini e che il governo canadese si aspetta che la stragrande maggioranza dei canadesi ammissibili venga vaccinata entro settembre. Non vediamo l’ora di vedere la nostra attività iniziare a tornare alla normalità e di riportare alcuni dei nostri oltre 20.000 dipendenti attualmente in congedo e licenziamento “, ha concluso Lucie Guillemette.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi