Brexit

Brexit senza accordo sempre più vicina e City “esclusa”

La City di Londra verrà “esclusa”, le banche nell’Unione Europea da gennaio, dovranno utilizzare piattaforme all’interno dell’UE per negoziare derivati, una mossa che potrebbe quindi tagliare fuori per l’appunto la City di Londra.

L’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), ha stabilito il cosiddetto obbligo di negoziazione dei derivati ​​(DTO) dell’UE una volta che la Gran Bretagna lascerà completamente l’UE il 31 dicembre.

Il watchdog dell’UE ha affermato che il DTO di gennaio non cambierà rispetto alla politica iniziale stabilita lo scorso anno, il che significa che gli investitori dell’UE dovrebbero utilizzare una piattaforma di swap all’interno del blocco o con sede in un paese non UE a cui è già stata concessa “l’equivalenza “O permesso, come gli Stati Uniti.

E la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha fatto sapere che il tempo a disposizione è davvero poco per evitare una Brexit senza accordo e “i prossimi giorni saranno decisiviha detto al parlamento europeo.” L’Unione europea è ben preparata per uno scenario senza accordo. Con pochissimo tempo davanti a noi, faremo tutto quanto in nostro potere per raggiungere un accordo. Siamo pronti per essere creativi ”,

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi