Ryanair

Ryanair incrementa le frequenze anche su VCE

Tempo di lettura < 1 minuto

Ryanair ha annunciato ieri (11 settembre) che incrementerà il numero di frequenze nazionali da ottobre, da Catania, Venezia, Bologna, Milano Malpensa e Roma Fiumicino.

Ryanair segnala una forte domanda da parte dei consumatori italiani anche da Venezia, dove invece easyJet ha deciso di fare un passo indietro, secondo quanto dichiarato dal vettore, a causa di una bassa domanda.

A partire dall’8 ottobre con destinazione Catania, opererà 17 voli settimanali (5 in più) da Bologna, 24 (7 in più) da Milano Malpensa, 28 (12 in più) da Roma Fiumicino e 12 (4 in più) da Venezia.

Da Venezia la rotta sarà operata da Wizz Air e Volotea con un volo quotidiano, da Ryanair anche 2 voli al giorno e easyJet 2 voli a settimana.

Per festeggiare, Ryanair ha lanciato una promozione speciale con tariffe a partire da soli €7.99 per viaggiare dall’8 ottobre, prenotabili entro la mezzanotte di domenica (13 settembre), solo su Ryanair.com.

Jason Mc Guinness, Direttore commerciale di Ryanair, ha dichiarato: 

“Ryanair è lieta di annunciare l’introduzione di frequenze aggiuntive per collegare Catania con Bologna, Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Venezia Marco Polo a partire dall’8 ottobre 2020.

I viaggiatori italiani possono ora prenotare una breve vacanza in varie destinazioni nazionali, volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per proteggere i propri clienti e l’equipaggio.

Per festeggiare, abbiamo lanciato un’offerta speciale con tariffe a partire da appena €7,99 per viaggiare dall’8 ottobre, prenotabili entro la mezzanotte di domenica (13 settembre), solo su Ryanair.com. Dal momento che queste incredibili tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com e prenotare oggi il loro viaggio insieme a noi!”

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi