easyJet

easyJet chiude le basi di Stansted, Southend e Newcastle

Tempo di lettura 2 minuti

Purtroppo si avverano le previsioni sulla rete inglese di easyJet ed anche per Berlino, annunciate oggi la chiusura di 3 basi in UK e il ridimensionamento della base in Germania.

Per una serie di motivi tra cui i dati di traffico e per Berlino il pessimo margine hanno costretto easyJet ad avviare un revisione dell’intero network.

easyJet ha anche ammesso che il resto della sua rete britannica è “in fase di revisione“.

easyJet ha 7 aerei con base a Stansted, con 335 membri dell’equipaggio. A Southend ci sono 183 membri dell’equipaggio e 4 aerei, 3 aerei a Newcastle, 157 membri dell’equipaggio.

Il load factor medio delle tratte domestiche di easyJet è dell’80% nel Regno Unito contro una media del 91% dell’intera rete.

Il sindacato dei piloti BALPA ha dichiarato che 727 piloti sono coinvolti su un totale di 2.300 piloti easyJet nel Regno Unito.

Saranno circa 1.900 i dipendenti easyJet in UK a perdere il proprio posto di lavoro.

Un portavoce di easyJet ha dichiarato al The Sun: “Nell’ambito del nostro aggiornamento al mercato del 28 maggio 2020, easyJet ha affermato che potrebbe essere necessario ridurre il numero di dipendenti fino al 30%, nonché ottimizzare la sua rete e le sue basi a seguito del pandemia. EasyJet ha avviato oggi consultazioni formali su proposte con rappresentanti dei dipendenti tra cui Balpa e Unite su tutti i suoi piloti e membri dell’equipaggio con sede nel Regno Unito. Le proposte includono la potenziale chiusura di tre delle sue basi nel Regno Unito: Londra Stansted, Londra Southend e Newcastle. Questi aeroporti rimarrebbero parte della rete di collegamenti di easyJet. Abbiamo anche informato tutti i dipendenti che potrebbero essere direttamente interessati da queste proposte e forniremo pieno supporto alle nostre persone in questo momento difficile Siamo pienamente impegnati a lavorare a stretto contatto con i nostri rappresentanti dei dipendenti durante queste consultazioni con l’obiettivo di ridurre al minimo le perdite di posti di lavoro“.

Brutte notizie anche dal mercato tedesco, easyJet ha confermato che verrà rivista anche l’unica base in Germania, Tegel che da ottobre sarà BER il nuovo aeroporto di Berlino.

Johan Lundgren, CEO di easyJet, ha dichiarato: “Queste sono proposte molto difficili da avanzare in quello che è un momento senza precedenti e difficile per la compagnia aerea e l’intero settore. Ci concentriamo sul fare ciò che è giusto per l’azienda, la sua salute e il suo successo a lungo termine, in modo da poter proteggere i lavori in futuro.

Purtroppo il calo della domanda significa che abbiamo bisogno di meno aeromobili e meno opportunità di lavoro per il nostro personale: ci impegniamo a lavorare in modo costruttivo con i nostri rappresentanti dei dipendenti attraverso la rete con l’obiettivo di ridurre al minimo le perdite di posti di lavoro. Queste proposte non riflettono il nostro personale di Stansted, Southend e Newcastle, che hanno lavorato tutti instancabilmente e si sono impegnati a fondo per fornire un servizio eccellente ai nostri clienti.

EasyJet ha attualmente 163 aerei nel Regno Unito in 11 aeroporti, 546 rotte , più di 52 milioni di passeggeri all’anno.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi