Airbus

Airbus: 15.000 esuberi

Tempo di lettura 2 minuti

Pessime notizie anche da Airbus che ha deciso di adottare nuove misure che contribuiscono a salvaguardare il futuro dell’azienda, tra queste la riduzione di circa 15.000 posizioni entro l’estate del 2021.

Il processo di informazione e consultazione con le parti sociali è iniziato al fine di raggiungere accordi per l’attuazione a partire dall’autunno 2020.

Negli ultimi mesi l’attività commerciale degli aeromobili commerciali è diminuita di quasi il 40%, la produzione e stata adeguata di conseguenza.

“Airbus è grata”, si legge in una nota “per il sostegno del governo che ha permesso alla Società di limitare queste necessarie misure di adattamento. Tuttavia, poiché il traffico aereo non dovrebbe ritornare ai livelli pre-COVID prima del 2023 e potenzialmente fino al 2025, Airbus ora deve adottare misure aggiuntive per riflettere le prospettive del settore post COVID-19.

Il taglio del personale avverrà come segue: 5.000 posizioni in Francia; 5.100 posizioni in Germania; 900 posizioni in Spagna, 1.700 posizioni nel Regno Unito, 1.300 posizioni in altri siti Airbus in tutto il mondo

I dettagli di questo piano di adattamento COVID-19 devono essere finalizzati con le parti sociali.

Sebbene in questa fase non sia possibile escludere azioni obbligatorie, Airbus lavorerà con le sue parti sociali per limitare l’impatto di questo piano facendo affidamento su tutte le misure sociali disponibili, tra cui uscite volontarie, prepensionamento e piani di disoccupazione parziale a lungo termine, ove opportuno.

“Airbus sta affrontando la crisi più grave che questo settore abbia mai vissuto“, ha dichiarato il CEO di Airbus Guillaume Faury. “Le misure che abbiamo adottato finora ci hanno permesso di assorbire lo shock iniziale di questa pandemia globale. Ora, dobbiamo assicurarci di poter sostenere la nostra impresa ed emergere dalla crisi come leader aerospaziale sano e globale, adattandosi alle sfide schiaccianti dei nostri clienti. Per affrontare questa realtà, ora dobbiamo adottare misure di più ampia portata. Il nostro team di gestione e il nostro Consiglio di amministrazione sono pienamente impegnati a limitare l’impatto sociale di questo adattamento. Ringraziamo i nostri partner governativi perché ci aiutano a preservare il più possibile le nostre competenze e il nostro know-how e hanno svolto un ruolo importante nel limitare l’impatto sociale di questa crisi nel nostro settore. I team Airbus e le loro capacità e competenze ci consentiranno di perseguire la nostra ambizione di creare un futuro sostenibile per l’aerospaziale. “

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi