easyJet

easyJet torna in volo il 15 giugno

Tempo di lettura 2 minuti

Oggi è davvero un giorno speciale per easyJet, è ufficiale tornerà a volare a partire dal 15 giugno.

Lo ha comunicato Johan ai dipendenti e contestualmente sono stati informati gli investitori con un apposita nota, vi avviso subito, nessun riferimento all’Italia.

Oggi sono così felice di dire che dopo questi mesi di assenza di volo torneremo nei cieli da lunedì 15 giugno. Opereremo un numero limitato di voli su rotte in cui riteniamo che vi sia una richiesta sufficiente da parte dei clienti per supportare voli redditizi. Il programma iniziale sarà principalmente costituito da voli domestici da Regno Unito, Francia, Spagna, Portogallo e Svizzera. Annunceremo ulteriori rotte nelle prossime settimane. ha detto Johan Lundgren, CEO di easyJet .

Inizialmente solo pochi voli, verranno riattivate per prime le rotte in cui è presente una domanda sufficiente, ovviamente per non volare in perdita, nessun riferimento all’Italia, ma per il momento soltanto Regno Unito, Francia, Spagna, Portogallo e Svizzera, da 21 aeroporti.

Diverse rotte nazionali nel Regno Unito, da Londra Gatwick, Bristol, Birmingham, Liverpool, Newcastle, Edimburgo, Glasgow, Inverness, Belfast e Isola di Man.

In Francia, Nizza, Parigi Charles de Gaulle, Tolosa, Bordeaux, Nantes, Lione e Lille, Ginevra in Svizzera, Lisbona e Porto in Portogallo. Barcellona in Spagna.

Altre rotte saranno annunciate nelle prossime settimane man mano che la domanda dei clienti aumenta e allentate le restrizioni dei diversi paesi, quindi l’Italia che stranamente non è citata ma dovrebbe essere uno dei prossimi paesi interessati, easyJet infatti opera diverse tratte nazionali, anche strategiche.

Oltre alla ripresa dei servizi, easyJet ha annunciato una serie di nuove misure per aiutare a garantire la salute e il benessere sia dei clienti che dell’equipaggio a bordo: obbligo di mascherina, pulizia e disinfezione migliorate, disponibilità di salviette disinfettanti e disinfettante per le mani a bordo, nella fase iniziale di ritorno in volo nessun servizio bistrot a bordo, i clienti verranno sensibilizzati per utilizzare maggiormente i servizi self da app e dal sito web.

Le misure sono state attuate in consultazione con le autorità aeronautiche ICAO e EASA e in linea con la consulenza medica.

Johan Lundgren “continueremo a monitorare attentamente la situazione in tutta Europa in modo che, quando saranno presenti ulteriori restrizioni revocato il programma continuerà a costruire nel tempo per soddisfare la domanda, garantendo nel contempo che stiamo operando in modo efficiente e sulle rotte che i nostri clienti desiderano. La sicurezza e il benessere dei nostri clienti rimane la nostra massima priorità, motivo per cui stiamo implementando una serie di misure per migliorare la sicurezza in ogni parte del viaggio, dalla disinfezione dell’aeromobile al richiedere ai clienti e all’equipaggio di indossare maschere. Queste misure rimarranno in atto per tutto il tempo necessario a garantire che i clienti e l’equipaggio siano in grado di volare in sicurezza mentre il mondo continua a riprendersi dall’impatto della pandemia di coronavirus.

I voli dal 15 giugno a pagina 2

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi