Virgin Australia

Il messaggio di Richard a Virgin Australia

Tempo di lettura 2 minuti

Questa non è la fine per Virgin Australia, ma credo in un nuovo inizio. Prometto che lavoreremo giorno e notte per trasformarlo in realtà.

Richard Branson scrive ai dipendenti di Virgin Australia, in amministrazione volontaria, promette che non sarà la fine per il vettore australiano.

Virgin Australia, ha il 30% del mercato domestico in Australia.

La lettera ed il video

Caro Virgin Australia team,

Sono così orgoglioso di tutti voi e di tutto ciò che abbiamo realizzato insieme.

20 anni fa, volevamo portare la concorrenza tanto necessaria nei cieli australiani, abbassare le tariffe aeree, offrire ai consumatori la scelta, creare migliaia di posti di lavoro e sorridere ai volti delle persone.

Ispirati da questa visione, abbiamo creato Virgin Blue, che è diventata Virgin Australia.

Insieme abbiamo creato una compagnia aerea che incarnava il marchio Virgin, un team incredibile incentrato sull’innovazione e sulla grande esperienza dei clienti per migliorare la vita delle persone.

So quanto devastanti saranno le notizie di oggi per tutti voi.

Nella maggior parte dei paesi i governi federali sono intervenuti, in questa crisi senza precedenti per l’aviazione, per aiutare le loro compagnie aeree. Purtroppo, ciò non è accaduto in Australia.

Questa non è la fine di Virgin Australia e della sua cultura unica.

Mai uno a cui rinunciare, voglio assicurare a tutti voi – e al nostro concorrente – che siamo determinati a veder tornare Virgin Australia in servizio presto.

Lavoreremo con gli amministratori e il team di gestione della Virgin Australia, con gli investitori e con il governo per realizzare ciò e creare un business più forte pronto a fornire ancora più valore ai clienti, concorrenza sul mercato, stimolo per l’economia e posti di lavoro per le nostre meravigliose persone .

Virgin Australia ha catturato i cuori di tutti gli australiani.

Questo dipende da tutti voi – passati e presenti – che lo hanno reso la migliore compagnia aerea per volare in Australia.

Questa non è la fine per Virgin Australia, ma credo che un nuovo inizio. Prometto che lavoreremo giorno e notte per trasformarlo in realtà.

Il meglio per te e le tue famiglie

Richard

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi