Norwegian

Norwegian, licenziamenti e sospensione per più di 4000 voli

Tempo di lettura 2 minuti

A seguito dello stop ai voli dall’Europa per gli USA e dell’andamento dell’epidemia di coronavirus, Norwegian ha deciso di mettere a terra il 40% della sua flotta a lungo raggio e annullare fino al 25% dei suoi voli a corto raggio fino alla fine di maggio. 

Le modifiche si applicano all’intera rete di rotte dell’azienda.

Jacob Schram, CEO di Norwegian, ha dichiarato: Questa è una situazione senza precedenti e la nostra priorità principale continua a essere la cura e la sicurezza dei nostri clienti e colleghi. Le nuove restrizioni hanno imposto un’ulteriore pressione su una situazione già difficile. Esortiamo i governi internazionali ad agire ora per garantire che l’industria aeronautica possa proteggere i posti di lavoro e continuare a essere una parte vitale della ripresa economica globale “.

Il taglio del 40 percento della capacità a lungo raggio.

Dal 13 marzo al 29 marzo, annulleremo la maggior parte dei nostri voli a lungo raggio verso gli Stati Uniti da Amsterdam, Madrid, Oslo, Stoccolma, Barcellona e Parigi.

Dal 13 marzo alla fine di maggio, tutti i voli tra Roma e gli Stati Uniti saranno cancellati.

Dal 29 marzo fino alla fine di aprile, tutti i voli da Parigi, Barcellona, ​​Madrid, Amsterdam, Atene e Oslo verso gli Stati Uniti saranno cancellati.

Tutte le rotte tra London Gatwick e gli Stati Uniti continueranno a funzionare normalmente, HUB nel quale verrà indirizzata la maggior parte dei passeggeri che avevano acquistato un biglietto verso gli Stati Uniti o le nuove prenotazioni.

Corto raggio

La rete a corto raggio, ha avuto un forte impatto , Norwegian annullerà anche gran parte dei suoi voli nazionali in Norvegia e dei voli in Scandinavia, come Oslo-Copenaghen e Oslo-Stoccolma. 

Anche i voli per l’Italia saranno cancellati. I voli nazionali e intra-scandinavi saranno combinati per proteggere nuovamente i nostri clienti.

I clienti prenotati per viaggiare su voli interessati saranno contattati per le opzioni disponibili, inclusa la prenotazione su un volo in un secondo momento. 

Licenziamenti

Durante una pandemia è politica norvegese stabilire le priorità e salvaguardare la salute e il benessere dei dipendenti, garantendo al contempo la capacità di Norwegian di mantenere le operazioni essenziali e continuare a fornire servizi ai nostri clienti.

A causa della straordinaria situazione del mercato a causa del coronavirus, e quindi di un drastico calo dei clienti e del conseguente declino della produzione, dobbiamo considerare tutte le possibili misure per ridurre i costi. *

Ciò sfortunatamente include anche licenziamenti temporanei fino al 50 percento dei nostri dipendenti e il numero potrebbe aumentare. Tutti i dipartimenti saranno interessati dai licenziamenti temporanei.*

Abbiamo avviato, in consultazione con i sindacati, un processo di discussione e mappatura e poi ritorneremo con gli avvisi di congedo a dipartimenti, stazioni e dipendenti interessati.” *


*nota stampa Norwegian

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi