Rolls-Royce

Rolls-Royce UltraFan a Bristol un nuovo stabilimento

Tempo di lettura 2 minuti

In pochi avranno fatto caso al design delle pale di un motore di un aereo, ma grazie ad i nuovi materiali, nuove leghe più leggere e resistente ed a un nuovo design aerodinamico, i produttori riescono a contribuire alla riduzione dei consumi.

Rolls-Royce è uno dei più importanti produttori di motori per aviazione ed ha inaugurato ad inizio anno il nuovo stabilimento e centro di ricerca di Bristol.

Il nuovo stabilimento Rolls-Royce svilupperà tecnologie per motori a reazione per ridurre le emissioni e stabilire nuovi parametri di riferimento per l’efficienza.

Le pale del ventilatore e le altre componenti realizzate presso la struttura sono una caratteristica del dimostratore del motore Rolls-Royce UltraFan ® , un nuovo rivoluzionario design del motore che ridurrà il consumo di carburante e la CO2 di almeno il 25% rispetto al primo motore Trent.

La nuova struttura utilizzerà processi a bassa energia e bassissime emissioni e presenta metodi e materiali di fabbricazione automatizzati all’avanguardia. Massimizzerà l’uso delle materie prime, riducendo gli sprechi. 

Rolls-Royce si è impegnata a raggiungere emissioni zero nelle sue operazioni e strutture entro il 2030 *.

Alan Newby, Rolls-Royce, direttore della tecnologia aerospaziale e dei programmi futuri ha dichiarato: “Questa incredibile nuova struttura esemplifica il nostro impegno a creare forme di energia più pulite ed efficienti. I nostri dipendenti altamente qualificati useranno la tecnologia, i materiali e le tecniche di produzione più recenti per sviluppare componenti che contribuiranno a motori a reazione più leggeri, più silenziosi e più potenti con minori emissioni.

La struttura si concentrerà sui compositi in fibra di carbonio, utilizzati nell’industria aerospaziale per ridurre significativamente il peso. Più leggero è un motore, minore è il consumo di carburante, con conseguente riduzione delle emissioni. 

Un sistema di pale Rolls-Royce realizzato con materiali compositi in fibra di carbonio consente di risparmiare quasi 700 kg per aereo, l’equivalente di sette passeggeri e dei loro bagagli.

Lo stabilimento di Bristol è la culla della produzione e progettazione del nuovo motore UltraFan. Il sistema composito per il dimostratore del motore UltraFan sta prendendo forma e diverse parti hanno completato i test di prestazioni aerodinamiche, bird-strike, contenimento, ghiaccio e ingestione di acqua, nonché prove a terra e in volo.

Rolls-Royce è stato coinvolto nello sviluppo di tecnologie in fibra di carbonio per diversi decenni e utilizza già il materiale per parti all’interno dei suoi motori. La nuova struttura porterà questa tecnologia al livello successivo.

Trarrà vantaggio dalle tecniche di produzione sviluppate in collaborazione con il National Composites Centre di Bristol e dalle ricerche condotte presso il Rolls-Royce University Technology Center dell’Università di Bristol, nonché diverse altre università e centri di ricerca con sede nel Regno Unito e in Europa.

La struttura occupa 150 persone, un impianto di tecnologia di produzione composita esistente, insieme a circa 30 dipendenti, è stato trasferito dall’Isola di Wight. 

Dal 2008, il governo del Regno Unito ha fornito finanziamenti e supporto per la ricerca e lo sviluppo della tecnologia composita Rolls-Royce, inclusi 7,4 milioni di sterline di finanziamenti a sostegno della struttura dell’Isola di Wight. L’attrezzatura da qui è stata spostata e sviluppata ulteriormente nella nuova struttura a Bristol.


* Escludendo la generazione di energia e le operazioni di prova.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi