easyJet

easyJet: non tolleriamo mai e per nessun motivo comportamenti…

Tempo di lettura 3 minuti

Questa la risposta che approvo in pieno di easyJet all’ennesima io direi “brutta figura” di un passeggero che manca di rispetto al personale di bordo che lavora per garantire la sicurezza dei passeggeri.

L’Airbus OE-IVA, aveva accumulato una serie di ritardi tra cui una diversion a Lamezia Terme il giorno precedente, durante il volo per Catania, dove l’aereo non è potuto atterrare dopo una serie di tentativi a causa del brutto tempo che imperversava nel sud Italia.

L’aereo di base a VCE è atterrato alle 21:02 a Lamezia Terme SUF dopo aver sorvolato Catania per circa 30 minuti intorno alle 20 per verificare se fosse possibile effettuare un atterraggio in totale sicurezza, viste le condizioni meteo.

L’A320 di easyJet è ripartito il giorno seguente alle 11:21 alla volta di Catania per poi ripartire per Venezia VCE alle 12:40 ed atterrare alle 14:14, l’aeromobile doveva operare nella giornata del 6 gennaio 4 segmenti di volo: VCE – HAM – VCE e VCE – LGW – VCE.

Il ritardo complessivo di 4 ore del volo in partenza da LGW della sera previsto alle 20:30 invece partito alle 23:35 è quindi il risultato di una serie di ritardi di cui easyJet non può essere incolpata, vista la diversion del giorno precedente a Lamezia Terme ed il particolare periodo di intenso traffico, che non ha comunque impedito il vettore di operare tutti i voli previsti con l’aeromobile anche se con una serie di ritardi, senza cancellare nessun volo.

Non ho pubblicato prima la notizia perchè mi sembra corretto e professionale verificare tutte le fonti e analizzare la situazione ed i tracciati.

Una notizia qualsiasi essa sia, deve essere in primo modo verificata, analizzata, valutata, ma deve anche necessariamente essere esposta conoscendo l’argomento di cui si sta parlando senza buttare li la notizia facendola sembrare ciò che non è.

Un giornalista non può essere competente in tutto, e l’aviazione è un mondo che se non conosciuto sarebbe il caso di non affrontare, o nel caso chiedere a chi ne sa’.

Tutti i giorni, gli assistenti di volo, il personale di terra, si ritrova a dover affrontare situazioni di ogni tipo, passeggeri sempre più stressati, irrispettosi e esigenti, con comportamenti sempre più spesso “inaccettabili” verso il personale che in quel momento li sta servendo e come le crew sta lavorando per garantire la loro sicurezza a bordo.

Trovo vergognoso che si apra un caso per un episodio come questo, che il vettore ha confermato, ma ha giustamente difeso i suoi equipaggi.

Come si può incolpare un assistente di volo, che sta volando dalle 14 che ha già effettuato 3 tratte, ha dovuto gestire e dare supporto ai passeggeri di 3 voli, anch’essi in ritardo con questa frase: “Vergognatevi di far aspettare la gente così tanto” la frase in se poteva anche essere ignorata, ma in che modo il passeggero si è rivolto all’equipaggio ?

Deve essere il passeggero a richiedere i danni morali o l’assistente di volo che stava svolgendo solo il suo lavoro e al quale bisogna sempre portare rispetto come a qualsiasi altra persona che lavora per noi ?

La risposta di easyJet

“Non tolleriamo mai e per nessun motivo» comportamenti «abusivi o intolleranti» nei confronti dei nostri assistenti di volo.

Comprendiamo la frustrazione legata al ritardo del volo 8071, causato da motivi tecnici all’aeroporto di Gatwick e che hanno purtroppo richiesto lungo tempo per essere risolti. I nostri equipaggi sono formati per gestire questo genere di situazione in modo rapido e nella tutela della sicurezza del volo.

Nonostante questo genere di episodi capiti di rado, li prendiamo molto seriamente e mettiamo sempre al primo posto la sicurezza dei passeggeri e dei nostri equipaggi”.

E’ arrivato quindi il momento di dire basta ad episodi di questo tipo, brava easyJet e la mia più completa solidarietà all’intero equipaggio del volo easyJet U28071 del 6 gennaio.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi