Norwegian

Norwegian riutilizza le vecchie divise per Unicef

Tempo di lettura 2 minuti

Alcuni di voi avranno notato che il lungo raggio di Norwegian ha delle nuove divise, non più quelle a scacchi grigio/nere, ma una divisa molto più classica che ahimè perde quella particolarità che la contraddistingueva dalle altre.

In un ottica di riduzione dei costi, Norwegian ha fatto una scelta, comprensibile, le nuove divise, non richiedono la particolare lavorazione quasi sartoriale di quelle dismesse, la cosa carina è che le vecchie divise verranno interamente riciclate per sostenere un iniziativa a favore dell’UNICEF.

Con questo progetto Norwegian con l’UNICEF Norvegia aiuta i bambini, offre lavoro alle donne immigrate e riduce l’impatto ambientale.

Riciclando le divise dell’azienda, è possibile salvare migliaia di pezzi dalle discariche, una mossa cruciale nella lotta ai rifiuti tessili.

Il progetto pilota Still Travelling di Norwegian, prevede la trasformazione delle divise usate in una serie di nuovi prodotti sostenibili che verranno venduti a bordo di voli a corto raggio selezionati da Oslo.

Prodotti unici e fatti a mano

Cecilie Nybø Carlsen, Product Manager della Norwegian, afferma:

“Ora che stiamo sostituendo alcune delle nostre uniformi, è importante cercare un modo sostenibile per riutilizzare i materiali. Abbiamo stretto una partnership con un’impresa sociale con sede in Norvegia, chiamata Sisters in Business, che crea posti di lavoro per le donne immigrate attraverso la produzione tessile locale “.

Il progetto verrà lanciato con due articoli realizzati con le uniformi a lungo raggio di Norwegian: un’elegante borsa da toilette a scacchi e una bellissima pochette di seta; prodotti unici e fatti a mano.

Tutti i profitti dalla vendita di questi prodotti andranno a sostenere il lavoro dell’UNICEF per i bambini.

Una lotta contro i rifiuti tessili

Anders Fagernæs, responsabile della sostenibilità di Norwegian:.

“Se il progetto ha successo, possiamo salvare migliaia di articoli dallo spreco. Tutti noi abbiamo la responsabilità di trovare soluzioni che minimizzino l’impatto ambientale derivante dal nostro uso tessile “

Con questo progetto, Norwegian, UNICEF Norvegia e Sisters in Business stanno contribuendo a fornire una soluzione sostenibile a questi problemi – e acquistando questi prodotti a bordo, i passeggeri faranno anche qualcosa di positivo per l’ambiente, oltre ad aiutare i bambini e contribuire a creazione di posti di lavoro”.

Supportare diversi obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite
Questo è un progetto incredibilmente eccitante“, afferma Camilla Viken, segretario generale dell’UNICEF Norvegia. “Sì, supporterà il lavoro dell’UNICEF in tutto il mondo. E sosterrà anche molti degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite; Lotta alla povertà, consumo e produzione responsabili, uguaglianza di genere, collaborazione e cambiamenti climatici “, afferma

Sandra Tollefsen, fondatrice di Sisters in Business, spiega che essere coinvolti in progetti come questi aiuta le donne immigrate, che possono “sentirsi invisibili” senza lavoro, a svolgere un ruolo positivo nella società:
È una trasformazione nella vita di queste donne – avere rispetto di se stessi e delle loro famiglie“, afferma Tollefsen. “Hanno amici qui, non sono più soli, si sentono indipendenti. È molto, molto più di un lavoro per queste donne “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi